Sanita': Telesca, vera sfida riforma e' quella di farla davvero

(AGI) - Trieste, 1 ott. - "La nostra non e' una riformaideologica, come da piu' parti ci siamo sentiti dire: la verasfida, infatti, consiste proprio nel fatto di farla perdavvero, come altre Regioni italiane, a prescindere da chivengono governate, hanno gia' iniziato a fare, ponendosi glistessi nostri obiettivi e adottando simili soluzioni". Cosi'l'assessore regionale alla Sanita' Maria Sandra Telesca, altermine del dibattito in consiglio regionale sulla riformasanitaria. "Assieme ad altre nove Regioni - e speriamo chepresto altre ci seguano - abbiamo accettato di aderire a unostudio scientifico sulla qualita' delle

(AGI) - Trieste, 1 ott. - "La nostra non e' una riformaideologica, come da piu' parti ci siamo sentiti dire: la verasfida, infatti, consiste proprio nel fatto di farla perdavvero, come altre Regioni italiane, a prescindere da chivengono governate, hanno gia' iniziato a fare, ponendosi glistessi nostri obiettivi e adottando simili soluzioni". Cosi'l'assessore regionale alla Sanita' Maria Sandra Telesca, altermine del dibattito in consiglio regionale sulla riformasanitaria. "Assieme ad altre nove Regioni - e speriamo chepresto altre ci seguano - abbiamo accettato di aderire a unostudio scientifico sulla qualita' delle prestazioni e alcuneindicazioni importanti, soprattutto ha precisato - rispetto adaspetti di criticita', stanno gia' emergendo, cosi' da metterciin grado di capire dove e come intervenire con piu'determinazione". Telesca ha quindi respinto al mittente lecritiche di chi definisce affrettata questa riforma, perche'sono stati ascoltati tutti i portatori di interessi, nessunoescluso, ed e' stata ampiamente spiegata sul territorio."Partiamo ha aggiunto - dall'utilizzo di tutti i serviziesistenti, modificandoli e riqualificandoli per prestare grandeattenzione a migliorare la sicurezza delle persone. Questoabbiamo detto e questo e' l'impegno che ci prendiamo neiconfronti dei nostri cittadini. Adesso - ha concluso - la sfidavera e' mettere in pratica queste cose, e per questo chiediamol'impegno e la collaborazione di tutti, in primis di coloro chene saranno i principali protagonisti". (AGI)Ts1/Sep