Sanita': Serracchiani, riforma al passo con nuove esigenze

(AGI) - Udine, 6 ott. - "Alla base delle scelte compiute da questa amministrazio...

(AGI) - Udine, 6 ott. - "Alla base delle scelte compiute da questa amministrazione regionale c'e' la volonta' di essere al passo con i nuovi bisogni e la riforma della sanita' e' una di queste esigenze". Lo ha affermato la presidente Debora Serracchiani, intervenendo con l'assessore alla Salute, Maria Sandra Telesca, all'inaugurazione della nuova sede direzionale del Gruppo Porzio dove trovano spazio il laboratorio specializzato nelle produzioni su misura Porzio Lab, il Centro Perphorma che offre analisi posturali e del passo con servizi di fisioterapia legati alla realizzazione degli ausili e l'innovativo Centro di eccellenza Dta-Domotica e Tecnologia Assistiva, dove sono ricreati ambienti abitativi diversi quali la stanza da letto, la cucina, l'area bambino, la zona outdoor, dove si possono toccare con mano i benefici di varie tecnologie assistive che facilitano il miglioramento della vita in casa sia per la persona disabile, sia per i suoi familiari. Serracchiani ha ricordato le motivazioni che sono alla base della riforma della salute nata per dare risposte alle istanze di una societa' cambiata; una sanita' nata negli anni Novanta, con 17 ospedali pubblici, con tanti posti letto per gli acuti e poca attenzione per la lungodegenza, per la fisioterapia, la riabilitazione "tutto quello che, se manca, e' sulle spalle della famiglie" ha chiarito. "Le persone disabili - ha detto la presidente - mi chiedono che sia la sanita' a girare intorno a loro e non viceversa; noi stiamo attuando proprio questo, per fare in modo che il cittadino venga messo al centro del sistema". Davanti alla fragilita' e alla disabilita' le persone, sempre secondo Serracchiani, chiedono di non essere lasciate sole, di avere degli strumenti che permettano loro di affrontare la disabilita' nel miglior modo possibile. La presidente del Fvg ha poi ricordato come le imprese che sono riuscite a superare la crisi sono state quelle che hanno avuto la capacita' di investire in ricerca e innovazione e quelle che hanno guardato a nuovi mercati prima di altri. Dell'azienda Porzio ha apprezzato in particolare la volonta' di rimanere sul territorio, non delocalizzando, e il passaggio generazionale "perche' dove e' mancato questo trasferimento - ha rilevato Serracchiani - molte aziende in Friuli Venezia Giulia hanno chiuso". (AGI)
Ts1/Vic