Sanita': lettera aperta di Telesca, "No a timori su riforma FVG"

(AGI) - Trieste, 8 giu. - "Voglio rassicurare i cittadini:nessuno ha motivo di preoccuparsi per le conseguenze dellariforma della Sanita'. E non hanno ragione di preoccuparsinemmeno i primari ospedalieri". Lo scrive in una lettera apertaai cittadini l'assessore del Friuli Venezia Giulia alla Salute,Maria Sandra Telesca. L'assessore si dice "stupita dalladurezza dei toni" nelle accuse che l'Anpo, il sindacato deiprimari, le ha indirizzato anche attraverso i media. "Sono -secondo Telesca - polemiche e strumentalizzazioniingiustificate". L'assessore si dice "pronta a dimostrare,discutendone nelle sedi preposte, che le accuse didiscriminazione della componente ospedaliera

(AGI) - Trieste, 8 giu. - "Voglio rassicurare i cittadini:nessuno ha motivo di preoccuparsi per le conseguenze dellariforma della Sanita'. E non hanno ragione di preoccuparsinemmeno i primari ospedalieri". Lo scrive in una lettera apertaai cittadini l'assessore del Friuli Venezia Giulia alla Salute,Maria Sandra Telesca. L'assessore si dice "stupita dalladurezza dei toni" nelle accuse che l'Anpo, il sindacato deiprimari, le ha indirizzato anche attraverso i media. "Sono -secondo Telesca - polemiche e strumentalizzazioniingiustificate". L'assessore si dice "pronta a dimostrare,discutendone nelle sedi preposte, che le accuse didiscriminazione della componente ospedaliera rispetto a quellauniversitaria sono del tutto immotivate. Su questo auspicoanch'io un confronto in cui spiegare le scelte fatte edimostrarne l'opportunita'". Nella sua lettera apertal'assessore del Friuli Venezia Giulia alla Salute ritiene"necessario ribadire ancora una volta che l'attuazione dellariforma non prevede tagli a reparti e servizi, ma il loromiglior funzionamento. Vogliamo garantire risposte concrete edefficaci ai bisogni di salute dei cittadini, in ogni fasciad'eta', creando le migliori condizioni di lavoro per medici einfermieri. Questo significhera' inevitabilmente andare atoccare qualche poltrona, ma solo li' dove essa e'manifestamente inutile". Tra gli altri punti ricordati nellasua missiva, l'assessore si sofferma anche sulle "regole chedisciplineranno i rapporti tra ospedalieri e universitari nellesingole aziende", regole "che devono ancora essere scritte. E,come ho sempre dichiarato, nella definizione di tali regole ilconfronto coinvolgera' tutti i soggetti interessati". Inproposito Telesca assicura che "sara' garantita pari dignita' atutte le componenti. Parallelamente sottolineo che nessunosara' mandato via e che per la completa applicazione prevediamotre anni di tempo". (AGI)Ts2/Vic