Razzismo: Cargnelutti, sensibilizzare giovani su pregiudizi

(AGI) - Trieste, 23 mar. - Celebrata a Pordenone la Giornatamondiale contro il razzismo con un incontro rivolto alle scuoleorganizzato dai Garanti regionali dei diritti della persona.Una situazione a cui ha fatto riferimento il vicepresidente delConsiglio regionale Paride Cargnelutti, che ha portato ilsaluto dell'Assemblea sottolineando il "valore dell'iniziativapromossa dai Garanti e tesa a sensibilizzare i giovani rispettoa pregiudizi e luoghi comuni e a comprendere profondamente ledinamiche del fenomeno e le sue diverse manifestazioni". "Inuno scenario da III Guerra mondiale lo spostamento di popoli inatto crea un'emergenza che deve impegnare le

(AGI) - Trieste, 23 mar. - Celebrata a Pordenone la Giornatamondiale contro il razzismo con un incontro rivolto alle scuoleorganizzato dai Garanti regionali dei diritti della persona.Una situazione a cui ha fatto riferimento il vicepresidente delConsiglio regionale Paride Cargnelutti, che ha portato ilsaluto dell'Assemblea sottolineando il "valore dell'iniziativapromossa dai Garanti e tesa a sensibilizzare i giovani rispettoa pregiudizi e luoghi comuni e a comprendere profondamente ledinamiche del fenomeno e le sue diverse manifestazioni". "Inuno scenario da III Guerra mondiale lo spostamento di popoli inatto crea un'emergenza che deve impegnare le istituzioni a ognilivello perche' - ha sottolineato Cargnelutti - sonosoprattutto questi i contesti in cui oggi maturano nuovi semidi razzismo e si manifestano i comportamenti discriminatori eintolleranti. In questa stagione di esodi e migrazioni,l'Italia non puo' farsi carico di tutto; anche la vicenda MareNostrum e' stata sottovalutata; serve un impegno collettivo,dentro e fuori del nostro Paese, perche' ha aggiunto - ilMediterraneo non sia un nuovo campo di sterminio, in cui latragedia si consuma nella solitudine in cui l'Europa stalasciando l'Italia. Ma soprattutto per questo e' importanteaiutare le giovani generazioni e la societa' a sviluppareconsapevolezza dei problemi e conoscenza vera delle situazioni,per coltivare in maniera matura la cultura dell'accoglienza".(AGI)Ts1/Vic