Pd: direzione Fvg rilancia azione unitaria e forme partecipazione

(AGI) - Udine, 12 lug. - La Direzione regionale del Pd Fvg, riunita ieri sera a ...

(AGI) - Udine, 12 lug. - La Direzione regionale del Pd Fvg, riunita ieri sera a Udine presente la vicesegretaria nazionale Debora Serracchiani, ha accolto un documento con il quale, alla luce dei risultati delle ultime amministrative e in vista degli importanti appuntamenti dei prossimi due anni "riconferma - precisa una nota - la gestione unitaria del partito, chiedendo pero' alla segreteria regionale un cambio di passo, di ripartire con rinnovato slancio e individuando nuove forme di interlocuzione con iscritti e cittadini, e nuove forme di partecipazione, prestando attenzione in particolare al tema del disagio sociale, delle disuguaglianze, dei giovani, dell'ambiente e dei diritti".
Nel documento si evidenzia inoltre l'urgenza di "convocare una Conferenza programmatica e organizzativa da tenersi entro novembre, e di rafforzare il coordinamento tra partito, Gruppo consiliare e Giunta regionale". La Direzione si e' aperta, su invito del presidente dell'assemblea Salvatore Spitaleri, con un minuto di silenzio per la vittime dell'attentato di Dacca con l'uccisione dei due corregionali, Marco Tondat e Cristian Rossi. La segretaria regionale Pd Antonella Grim nella sua relazione ha affermato che "procedere con slancio sulla strada delle riforme, dando piena attuazione alla nostra Specialita', e rinnovare il nostro partito, potenziando il dialogo con iscritti e cittadini, e rafforzando la presenza sui territori, devono essere le nostre priorita'". Secondo Grim "bisogna ascoltare meglio e saper rispondere ai nuovi bisogni delle persone. E lo sforzo va fatto da tutti. Noi, come Pd, come partito di governo, stiamo cercando di andare in questa direzione, con le riforme, che richiedono sforzi importanti e tempi lunghi. In Friuli Venezia Giulia - ha sottolineato Grim - stiamo realizzando riforme difficili". (AGI)
Ts1/Bru