Montagna: Castellucci a Serracchiani, Campiolo non chiude

(AGI) - Udine, 10 lug. - L'amministratore delegato diAutostrade per l'Italia, Giovani Castellucci, garantisce chel'area di servizio di Campiolo (Udine) "non fara' parte delpiano di chiusura e riconversioni" che la societa' presentera'a settembre nell'ambito della ristrutturazione generale dellearee di servizio. Di cio' ha avuto notizia diretta lapresidente della Regione Debora Serracchiani da una lettera diGiovanni Castellucci, il quale ha risposto alla richiestaformulata due giorni fa dalla stessa presidente in merito allanecessita' di un urgente intervento di Autostrade per l'Italiaaffinche' l'impianto di distribuzione carburanti Tamoilnell'area di servizio di Campiolo Ovest

(AGI) - Udine, 10 lug. - L'amministratore delegato diAutostrade per l'Italia, Giovani Castellucci, garantisce chel'area di servizio di Campiolo (Udine) "non fara' parte delpiano di chiusura e riconversioni" che la societa' presentera'a settembre nell'ambito della ristrutturazione generale dellearee di servizio. Di cio' ha avuto notizia diretta lapresidente della Regione Debora Serracchiani da una lettera diGiovanni Castellucci, il quale ha risposto alla richiestaformulata due giorni fa dalla stessa presidente in merito allanecessita' di un urgente intervento di Autostrade per l'Italiaaffinche' l'impianto di distribuzione carburanti Tamoilnell'area di servizio di Campiolo Ovest venisse messo nellecondizioni di riaprire, restituendo un servizio fondamentaleper la Val Canale-Canal del Ferro e a garanzia del posto dilavoro di sette dipendenti. Castellucci conferma che "se da unaparte i volumi di erogato fanno dell'area di Campiolo la 213.masulle 216 totali della rete, la distanza dall'area austriaca amonte (circa 60 km) ne rende impraticabile la chiusura". Quantoalla chiusura, disposta da Tamoil dall'1 luglio perche' l'areanon era piu' economicamente sostenibile, e al conseguentelicenziamento dei dipendenti, Castellucci informa che e' inatto un'"indagine di mercato" per sostituire Tamoil con unaltro gestore entro i prossimi 15 giorni. L'ad di Austostradeper l'Italia precisa anche che "proprio per la valenzastrategica dell'area nel sistema di mobilita' della Regione,l'indagine sara' ad offerta, ovvero non ci sara' base d'asta".Castellucci ritiene che in questo modo "se non tutti fin dasubito, gli addetti dell'area avranno possibilita' direimpiego". (AGI)Ts1/Sep