Innovazione: Bolzonello, per 'start-up' in arrivo 17 milioni

(AGI) - Pordenone, 3 dic. - Tra le misure candidate acaratterizzare la prossima programmazione comunitaria, laRegione Friuli Venezia Giulia ha previsto di inserire 6,5milioni di euro per le 'start up' e altri 10,5 milioni di europer altri ambiti dell'innovazione. Lo ha detto ilvicepresidente regionale Sergio Bolzonello intervenendo allapremiazione del concorso 'Startup FVG', tenutasi nell'aulamagna dell'I.T.S.T. 'J.F. Kennedy' di Pordenone, promosso daConfindustria Friuli Venezia Giulia, e patrocinato dallaRegione Autonoma Friuli Venezia Giulia. In videoconferenza e'intervenuto anche il sottosegretario alla Presidenza deConsiglio Graziano Delrio che ha sottolineato l'importanza diuna sperimentazione

(AGI) - Pordenone, 3 dic. - Tra le misure candidate acaratterizzare la prossima programmazione comunitaria, laRegione Friuli Venezia Giulia ha previsto di inserire 6,5milioni di euro per le 'start up' e altri 10,5 milioni di europer altri ambiti dell'innovazione. Lo ha detto ilvicepresidente regionale Sergio Bolzonello intervenendo allapremiazione del concorso 'Startup FVG', tenutasi nell'aulamagna dell'I.T.S.T. 'J.F. Kennedy' di Pordenone, promosso daConfindustria Friuli Venezia Giulia, e patrocinato dallaRegione Autonoma Friuli Venezia Giulia. In videoconferenza e'intervenuto anche il sottosegretario alla Presidenza deConsiglio Graziano Delrio che ha sottolineato l'importanza diuna sperimentazione dal basso, "un segnale interessante - hadetto Delrio - che dimostra come ci siano ancora territorivocati all'innovazione". In tal senso, Delrio ha citato anche aesempio positivo la soluzione della crisi della Electrolux, perla quale e' stato sperimentato un nuovo metodo per affrontarele difficolta' aziendali. "Dobbiamo saper guardare al futuro - ha detto Bolzonello -con modalita' nuove, che non seguano tracce consolidate, ma chemuovano da idee come quelle emerse dal concorso '2014 StartupFriuli Venezia Giulia', per disegnare scenari concreti tenendoconto delle potenzialita' esistenti nel mondoeconomico-produttivo regionale". Una particolare attenzione dovra' essere assicurata,secondo Bolzonello, a quei settori che stanno emergendo nellastrategia di specializzazione, e che sono le filiere sullequali anche nel futuro si vogliono favorire i segmenti amigliore capacita' di crescita: biomed, biotech, bioIct,meccanica, agroalimentare, sistema casa e tecnologie per gliambienti di vita, economia del mare. (AGI) Ts1/Bru