Immigrati: Ziberna (Fi),dipendenti Cara da 5 mesi senza stipendio

(AGI) - Trieste, 1 giu. - "L'ultimo stipendio ricevuto daidipendenti del Cara di Gradisca d'Isonzo (Go) risale aldicembre dello scorso anno, pertanto le famiglie di queilavoratori non hanno entrate per poter vivere da quasi seimesi". Lo ha detto il vicecapogruppo di Forza Italia inConsiglio regionale Rodolfo Ziberna, che ricorda anche come "ilconsorzio Connecting People che fornisce i servizi al Cara siain concordato preventivo dal 20 marzo 2015". "Ora - sostiene -la Prefettura potrebbe sostituirsi alla Connecting People nelpagare gli stipendi ai dipendenti. L'articolo 5 del decreto n.207/2010 dispone, infatti, che

(AGI) - Trieste, 1 giu. - "L'ultimo stipendio ricevuto daidipendenti del Cara di Gradisca d'Isonzo (Go) risale aldicembre dello scorso anno, pertanto le famiglie di queilavoratori non hanno entrate per poter vivere da quasi seimesi". Lo ha detto il vicecapogruppo di Forza Italia inConsiglio regionale Rodolfo Ziberna, che ricorda anche come "ilconsorzio Connecting People che fornisce i servizi al Cara siain concordato preventivo dal 20 marzo 2015". "Ora - sostiene -la Prefettura potrebbe sostituirsi alla Connecting People nelpagare gli stipendi ai dipendenti. L'articolo 5 del decreto n.207/2010 dispone, infatti, che 'e' sempre consentito allastazione appaltante, anche per i contratti di appalto in corso,nella pendenza di procedura di concordato preventivo concontinuita' aziendale, provvedere ai pagamenti dovuti per leprestazioni eseguite dagli eventuali diversi soggetti checostituiscano l'affidatario, quali le mandanti, e dallesocieta', anche consortili, eventualmente costituite perl'esecuzione unitaria dei lavori a norma dell'articolo 93 delregolamento di cui al D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207, daisubappaltatori e dai cottimisti, secondo le determinazionipresso il Tribunale competente per l'ammissione alla predettaprocedura'. Cio' significa in sintesi - afferma - che dettanorma introduce la possibilita' di intervento sostitutivo atutela dei lavoratori". "Per questa ragione - conclude Ziberna- sono intervenuto nei confronti della Giunta per sollecitareun intervento nei confronti del Governo nazionale volto adassicurare alla Prefettura di Gorizia le risorse necessarie peresercitare l'intervento sostitutivo, cosi' da evitare che siinfierisca sull'anello piu' debole della catena, che sono idipendenti del Cara". (AGI)