Dario Fo: Stabile Fvg, la cultura perde immenso protagonista

(AGI) - Trieste, 13 ott. - "Il mondo del Teatro, della Cultura, dell'Arte perde ...

(AGI) - Trieste, 13 ott. - "Il mondo del Teatro, della Cultura, dell'Arte perde oggi un suo immenso protagonista". Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia si unisce al cordoglio ricordando la scomparsa Dario Fo che spesso ha avuto l'onore di ospitare il grande artista. Una quindicina gli spettacoli firmati da Dario Fo applauditi nei cartelloni dello Stabile regionale: undici lo hanno visto impegnato in qualit� di autore, regista e interprete. A partire da "Comica Finale" e "Ladri, manichini e donne nude" rappresentati nel maggio 1959: un successo che immediatamente fece appassionare il pubblico triestino alla forza satirica, al dinamismo, all'acutezza di Fo e da cui si avvia, con lo Stabile un rapporto perdurato nel tempo. Sempre al fianco di Franca Rame, � ritornato in scena nel 1960 con "Aveva due pistole con gli occhi bianchi e neri" e con la satira violenta de "Gli arcangeli giocano a flipper" e nel 1961 con "Chi ruba un piede � fortunato in amore". La sua ultima apparizione al Politeama Rossetti � datata 2004: il suo discusso e provocatorio "L'Anonimo Bicefalo" dura satira su Berlusconi che ottiene un successo clamoroso. (AGI)
Ts1/Bru