Universita': Toni Servillo, "Felice di vedere tanti ragazzi" (2)

(AGI) - Bologna, 28 feb. - "Credo di interpretare anche ilvostro orgoglio e la vostra emozione nel vivere questo momentodi cultura davvero alta - ha detto presentando il neolaureandoil Rettore dell'Universita' di Bologna, Ivano Dionigi - graziedi essere qui presenti" Ricordate, in chiusura dell'interventodel docente Claudio Longhi che ha illustrato 'il mobilissimoprofilo artistico di Servillo', le parole del 'maestro'dell'attore, lo scomparso attore Leo de Berardinis, pronunciatein una lectio magistralis che mai come oggi sembrano rivolteall'illustre allievo: "Attori si nasce ma si diventa, lecapacita' naturali vanno rigorosamente affinate nella tecnica,poi

(AGI) - Bologna, 28 feb. - "Credo di interpretare anche ilvostro orgoglio e la vostra emozione nel vivere questo momentodi cultura davvero alta - ha detto presentando il neolaureandoil Rettore dell'Universita' di Bologna, Ivano Dionigi - graziedi essere qui presenti" Ricordate, in chiusura dell'interventodel docente Claudio Longhi che ha illustrato 'il mobilissimoprofilo artistico di Servillo', le parole del 'maestro'dell'attore, lo scomparso attore Leo de Berardinis, pronunciatein una lectio magistralis che mai come oggi sembrano rivolteall'illustre allievo: "Attori si nasce ma si diventa, lecapacita' naturali vanno rigorosamente affinate nella tecnica,poi bisogna far sparire la tecnica, come nelle arti marziali,si recupera il movimento naturale della difesa e dell'attacco,fino a non pensarlo piu' mentre il corpo agisce per intuitoprofondo". "Gli ho voluto bene", ha detto Servillo in dialettonapoletano ricordando De Berardinis, "per me e' stato unmaestro importante con cui ho avuto la fortuna di condividerela scena". (AGI)(AGI) Ari