Sanita': Regione Emilia Romagna, taglio bonus per dirigenti

(AGI) - Bologna, 3 mar. - La giunta della Regione EmiliaRomagna ha tagliato i bonus ai dirigenti sanitari. Laretribuzione di risultato per i direttori della sanita'(generali, sanitari e amministrativi) e' stata ridotta per unapercentuale massima che passa dal 20 al 10 per cento delcompenso con un risparmio complessivo stimato di poco inferioreai 3 milioni di euro. E' quanto ha annunciato ilsottosegretario alla presidenza, Andrea Rossi, intervenuto nelcorso della seduta di oggi all'Assemblea legislativarispondendo ad una interrogazione della Lega Nord, nella qualesi chiedeva conto della scelta dell'assessore alla sanita'Sergio Venturi

(AGI) - Bologna, 3 mar. - La giunta della Regione EmiliaRomagna ha tagliato i bonus ai dirigenti sanitari. Laretribuzione di risultato per i direttori della sanita'(generali, sanitari e amministrativi) e' stata ridotta per unapercentuale massima che passa dal 20 al 10 per cento delcompenso con un risparmio complessivo stimato di poco inferioreai 3 milioni di euro. E' quanto ha annunciato ilsottosegretario alla presidenza, Andrea Rossi, intervenuto nelcorso della seduta di oggi all'Assemblea legislativarispondendo ad una interrogazione della Lega Nord, nella qualesi chiedeva conto della scelta dell'assessore alla sanita'Sergio Venturi che ha scelto la retribuzione da dirigente Auslal posto di quella di assessore. "C'e' un tema generale cheriguarda il risparmio sui costi - ha spiegato Rossi - cheoccorre considerare nella sua complessita' per evitare dileggere strumentalmente singoli dati. Ricordo che questa giuntaha varato, in questi giorni, provvedimenti che valgono 15milioni di euro, tra tagli alle indennita' e risparmi sullestrutture speciali. Discutibile, quindi, la critica della LegaNord alla scelta dell'assessore Venturi, perfettamentelegittima sotto ogni profilo normativo, di optare per laretribuzione erogata dalla amministrazione dalla quale dipendein luogo dell'indennita' da assessore". Secondo ilsottosegretario alla presidenza "e' sbagliato ridurre l'apportodi una figura di alto profilo professionale come Venturi allasua retribuzione, perche' cosi' facendo si rischia diallontanare dalla amministrazione pubblica proprio quellefigure che possono dare un contributo significativo allaqualita' delle azioni amministrative. Tra l'altro, la scelta diVenturi - ha concluso Rossi - non comporta nessun aumento dicosti per il sistema pubblico". (AGI)Bo1/Ari