Gay: foto blasfeme al Cassero di Bologna, consiglieri denunciano

(AGI) - Bologna, 19 mar. - Denuncia "alla Procura dellaRepubblica per l'indecente spettacolo messo in piedi dalCassero, comprovato da immagini pubblicate su internet, cheoffende la Chiesa e la religione cristiana": a presentarla iconsiglieri comunali Marco Lisei, Forza Italia, ValentinaCastaldini, Nuovo Centrodestra e Galeazzo Bignami, CapogruppoForza Italia in Regione Emilia Romagna che hanno denunciatol'attivita' del Cassero, noto circolo gay cittadino del qualesono circolate foto blasfeme relative a una festa sul temadella passione di Gesu', in relazione agli articoli 404, 725 e726 del codice penale (vilipendio della religione,pubblicazione spettacoli osceni, atti

(AGI) - Bologna, 19 mar. - Denuncia "alla Procura dellaRepubblica per l'indecente spettacolo messo in piedi dalCassero, comprovato da immagini pubblicate su internet, cheoffende la Chiesa e la religione cristiana": a presentarla iconsiglieri comunali Marco Lisei, Forza Italia, ValentinaCastaldini, Nuovo Centrodestra e Galeazzo Bignami, CapogruppoForza Italia in Regione Emilia Romagna che hanno denunciatol'attivita' del Cassero, noto circolo gay cittadino del qualesono circolate foto blasfeme relative a una festa sul temadella passione di Gesu', in relazione agli articoli 404, 725 e726 del codice penale (vilipendio della religione,pubblicazione spettacoli osceni, atti contrari alla pubblicadecenza)."E' inaccettabile - scrivono i consiglieri - chequeste tipologie di spettacolo vengano finanziati con i soldipubblici elargiti dal Comune tramite contributi per varieattivita' e la concessione in comodato d'uso gratuito di unasede del valore di circa 100.000 euro annui di locazione". Iconsiglieri chiedono al Sindaco Merola di prendere unaposizione precisa "e di non essere connivente di un reatopenalmente perseguibile: per questo lunedi' presenteremo unordine del giorno in Consiglio Comunale - concludono - perchiedere al sindaco e alla sua maggioranza di assumersi laresponsabilita' politica di quanto accaduto e interrompere laconvenzione ed ogni contributo all'Arcigay il Cassero ecostituirsi parte civile nel procedimento penale". (AGI)Ari