Editoria: dipendenti Centro dehoniano, piena adesione a sciopero

(AGI) - Bologna, 2 ott. - Adesione piena allo sciopero e allamanifestazione, in centro a Bologna, dei dipendenti del Centroeditoriale dehoniano una delle maggiori case editricicattoliche in Italia, nell'ambito della mobilitazioneproclamata in seguito all'annuncio dell'azienda di volerlicenziare nove dipendenti su 30 in seguito alla chiusura delleriviste "Il Regno", "Settimana" e "Musica e assemblea". Ancheil sindaco Virginio Merola, di passaggio in Piazza Nettuno, sie' fermato per salutare e incoraggiare i manifestanti e si e'lasciato fotografare in corteo. "Lo sciopero era statoproclamato dopo che la casa editrice - spiegano i sindacati in

(AGI) - Bologna, 2 ott. - Adesione piena allo sciopero e allamanifestazione, in centro a Bologna, dei dipendenti del Centroeditoriale dehoniano una delle maggiori case editricicattoliche in Italia, nell'ambito della mobilitazioneproclamata in seguito all'annuncio dell'azienda di volerlicenziare nove dipendenti su 30 in seguito alla chiusura delleriviste "Il Regno", "Settimana" e "Musica e assemblea". Ancheil sindaco Virginio Merola, di passaggio in Piazza Nettuno, sie' fermato per salutare e incoraggiare i manifestanti e si e'lasciato fotografare in corteo. "Lo sciopero era statoproclamato dopo che la casa editrice - spiegano i sindacati inuna nota - non ha dato segno di apertura alcuna verso unasoluzione della crisi aziendale, che sia condivisa e menotraumatica per i lavoratori, ed e' rimasta irremovibile sullascelta di licenziare un terzo delle risorse umane". Un altrosciopero era andato in scena il 15 settembre scorso, ed era laprima volta nella storia dell'azienda. (AGI)B01/Ari