Camere Commercio: E. Romagna, con riforma entrate ridotte a 46 mln

(AGI) - Bologna, 10 lug. - Con la conversione del decreto legge90/2014 di riforma della P.A., all'esame del Parlamento, cheprevede per il 2015 il taglio del 50 per cento delle entrate dadiritto annuale che le imprese pagano alle Camere di commercio,in Emilia Romagna, "le entrate nel 2015 si ridurranno da 90 apoco piu' di 46 milioni di euro". Il punto e' stato fatto daGiorgio Tabellini, presidente della camera di Commercio diBologna e vicepresidente di Unioncamere regional nel convegno"Conoscere per programmare" organizzato da Unioncamere EmiliaRomagna, con le Unioni del Veneto e del

(AGI) - Bologna, 10 lug. - Con la conversione del decreto legge90/2014 di riforma della P.A., all'esame del Parlamento, cheprevede per il 2015 il taglio del 50 per cento delle entrate dadiritto annuale che le imprese pagano alle Camere di commercio,in Emilia Romagna, "le entrate nel 2015 si ridurranno da 90 apoco piu' di 46 milioni di euro". Il punto e' stato fatto daGiorgio Tabellini, presidente della camera di Commercio diBologna e vicepresidente di Unioncamere regional nel convegno"Conoscere per programmare" organizzato da Unioncamere EmiliaRomagna, con le Unioni del Veneto e del Molise.(AGI)Ari