Calcio: Serie A, Sassuolo-Lazio 0-3 biancocelesti al quarto posto

(AGI) - Roma, 28 feb. - Con una prova d'autorita' la Lazio diPioli si va a prendere a Reggio Emilia la terza vittoriaconsecutiva: dopo Udinese e Palermo cade anche il Sassuolosotto i colpi di Felipe Anderson, Klose e Parolo. Ibiancocelesti si piantano al quarto posto a prescindere dairisultati dei posticipi. Il Sassuolo non vince da un mese ed e'alla terza sconfitta consecutiva. Di Francesco ha gli uominicontati in difesa e allora Bianco torna titolare dopo un anno:non si rivelera' una scelta felice. Ospiti con Mauri falsocentravanti affiancato da Keita e Felipe

(AGI) - Roma, 28 feb. - Con una prova d'autorita' la Lazio diPioli si va a prendere a Reggio Emilia la terza vittoriaconsecutiva: dopo Udinese e Palermo cade anche il Sassuolosotto i colpi di Felipe Anderson, Klose e Parolo. Ibiancocelesti si piantano al quarto posto a prescindere dairisultati dei posticipi. Il Sassuolo non vince da un mese ed e'alla terza sconfitta consecutiva. Di Francesco ha gli uominicontati in difesa e allora Bianco torna titolare dopo un anno:non si rivelera' una scelta felice. Ospiti con Mauri falsocentravanti affiancato da Keita e Felipe Anderson. Candreva eKlose iniziano dalla panchina. Dopo dieci minuti di studio frale due squadre, al 12' arriva il primo squillo del match:lancio al bacio di Mauri e collo pieno di Keita fuori misura. Ipadroni di casa rispondono subito con Zaza, che brucia sulloscatto la difesa biancoceleste e spara in diagonale colmancino: bravo Marchetti col piede, poi Biondini sparacchia infallo laterale sulla ribattuta con Berardi solo in area. Dopoun numero di Felipe Anderson che salta due avversari ma nontrova un compagno pronto alla deviazione in area, al 18' altrachance per Keita che, su lancio di Biglia, sfugge di potenzaalle trattenute di Bianco ma calcia addosso a Consigli. LaLazio comincia a premere con insistenza, peccato che il suoterminale offensivo principale sia un Keita non in grandegiornata: si contano in successione un colpo di testa a lato,un doppio passo con diagonale mancino da posizione troppodefilata con i compagni che invocano il passaggio in area, unfallito tap in da due passi (in fuorigioco) ma soprattutto, al41', un contatto dubbio in area con Consigli, che Russo valutacome simulazione ammonendo lo spagnolo. Decisione severa: ilrigore e' dubbio ma il giallo e' eccessivo. A pochi secondidall'intervallo, pero', i biancocelesti legittimano la propriasupremazia con una perla di Felipe Anderson, che spolveral'incrocio dei pali con un destro a giro dal limite dell'area.Sassuolo un po' troppo fumoso. Accenno di reazione dei padronidi casa a inizio ripresa con due conclusioni da fuori di Zaza eBerardi. Il centravanti della Nazionale ha un'occasione d'oroall'8': il tacco di Sansone lo mette solo davanti a Marchettima Zaza spara in bocca al portiere.Ancora Keita protagonista innegativo al 10': Mauri sta per metterla dentro su respinta diConsigli ma lo spagnolo, pur di segnare, tocca il pallone primache varchi la linea e l'arbitro e' costretto ad annullare peroffside. Pioli rompe gli indugi e toglie il capitano per Klose.Il tedesco e' subito protagonista: prima sbaglia due tocchifacili facili sotto porta, poi trova il 2-0 sulla pennellata dadestra di Felipe Anderson. Sassuolo annichilito, la squadra diPioli dilaga. Al 32' trova il tris con Parolo che freddaConsigli dopo un batti e ribatti in area. Un minuto dopo quasipoker del neo entrato Candreva su perfetta rifinitura di Klose.Anche Felipe Anderson ha l'opportunita' di arrotondare a dueminuti dal termine: scappa in contropiede ma davanti a Consigliangola troppo il diagonale. Finisce con i cori dei sassolesicontro Lotito ma Pioli puo' gioire lo stesso: i suoi ragazzisalgono a 43 punti, Sassuolo ancorato a 29. (AGI).