Biagi: Modena, scritta offensiva su muro Fondazione; condanna

(AGI) - Modena, 19 mar. - "Biagi infame responsabile dellacrisi": questa la scritta apparsa nella notte a Modena sul murodella Fondazione intitolata al giuslavorista ucciso a Bologna13 anni fa dalle Nuove Brigate Rosse, di cui oggi ricorrel'anniversario della morte. Proprio per l'anniversario, laFondazione ospita il convegno internazionale "EmploymentRelations and Transformation of the Enterprise in the GlobalEconomy", dedicato allo studioso scomparso e promosso incollaborazione con l'Universita'. Forte la condanna del sindacodi Modena, Gian Carlo Muzzarelli. "Un gesto ignobile evergognoso- ha dichiarato Muzzarelli - in apertura del convegno- La memoria di

(AGI) - Modena, 19 mar. - "Biagi infame responsabile dellacrisi": questa la scritta apparsa nella notte a Modena sul murodella Fondazione intitolata al giuslavorista ucciso a Bologna13 anni fa dalle Nuove Brigate Rosse, di cui oggi ricorrel'anniversario della morte. Proprio per l'anniversario, laFondazione ospita il convegno internazionale "EmploymentRelations and Transformation of the Enterprise in the GlobalEconomy", dedicato allo studioso scomparso e promosso incollaborazione con l'Universita'. Forte la condanna del sindacodi Modena, Gian Carlo Muzzarelli. "Un gesto ignobile evergognoso- ha dichiarato Muzzarelli - in apertura del convegno- La memoria di Marco Biagi non verra' certo offuscata da chi,in modo vigliacco, scrive sui muri. Continueremo a ricordarlocon gratitudine". Muzzarelli ha proseguito dicendo che"l'eredita' di Biagi e' preziosa, come dimostra il convegno dioggi con la partecipazione di qualificati docenti ed esperti didiritto del lavoro e di relazioni industriali. La Modenademocratica condanna senza appello ogni forma di terrorismo,non saranno ne' la violenza fisica ne' la violenza verbale aimpedire il corso delle idee e il loro libero confronto. Infami- ha concluso il primo cittadino - sono coloro che non hanno ilcoraggio del confronto e della liberta'". Sul fatto sono incorso indagini della Digos di Modena. (AGI)Ari