Bangladesh: sindaco Casola, sogno Tavella era vivere in Romagna

(AGI) - Bologna, 28 set. - "Quello che e' successo mi hascosso molto. Cesare Tavella aveva il sogno di vivere in questaparte della Romagna con la sua famiglia. Il mio messaggio dicordoglio va ai familiari". E' il messaggio di Nicola Iseppi,sindaco di Casola Valsenio, Comune del Ravennate dove ilcooperante italiano 50enne ucciso da uomini armati a Dacca, inBangladesh, aveva acquistato anni fa un podere. E proprio sulle colline fuori dal centro del Paese inlocalita' Castellaro, il cooperante aveva ristrutturato uncasolare dove tornava nei periodi di pausa dalle missioniall'estero. Il terreno, poi,

(AGI) - Bologna, 28 set. - "Quello che e' successo mi hascosso molto. Cesare Tavella aveva il sogno di vivere in questaparte della Romagna con la sua famiglia. Il mio messaggio dicordoglio va ai familiari". E' il messaggio di Nicola Iseppi,sindaco di Casola Valsenio, Comune del Ravennate dove ilcooperante italiano 50enne ucciso da uomini armati a Dacca, inBangladesh, aveva acquistato anni fa un podere. E proprio sulle colline fuori dal centro del Paese inlocalita' Castellaro, il cooperante aveva ristrutturato uncasolare dove tornava nei periodi di pausa dalle missioniall'estero. Il terreno, poi, lo aveva affittato dedicandosiall'attivita' di cooperante. "Personalmente non lo conoscevo -ha detto Iseppi intervistato dall'AGI - e non erafrequentemente a casa essendo spesso fuori in missione. Credoche l'ultima volta che si era fermato a Casola Valsenio fossestato a Ferragosto. E' scioccante quello che e' successo".(AGI)Bo1/Mgm