Cinema: De Laurentiis, no ad ammucchiate film in sala

(AGI) - Napoli, 2 dic - No alle "ammucchiate" di film in sala,che "non pagano nessuno". E' Aurelio de Laurentiis a chiedereun tavolo di settore, tra produttori, esercenti e distributori,ma anche con le major, perche' da dieci anni il cinema italiano"fa harakiri" e si e' dato "un calcio in bocca". C'e' stata una"cannibalizzazione" tra prodotti, penalizzando gli incassi ditutto il sistema, sostiene il produttore e patron del NapoliAurelio De Laurentiis. E alle Giornate Professionali diSorrento si augura "una regolamentazione del mercato" perche'"non perda decine di miliardi", "sei regole certe da scrivere

(AGI) - Napoli, 2 dic - No alle "ammucchiate" di film in sala,che "non pagano nessuno". E' Aurelio de Laurentiis a chiedereun tavolo di settore, tra produttori, esercenti e distributori,ma anche con le major, perche' da dieci anni il cinema italiano"fa harakiri" e si e' dato "un calcio in bocca". C'e' stata una"cannibalizzazione" tra prodotti, penalizzando gli incassi ditutto il sistema, sostiene il produttore e patron del NapoliAurelio De Laurentiis. E alle Giornate Professionali diSorrento si augura "una regolamentazione del mercato" perche'"non perda decine di miliardi", "sei regole certe da scriveretutti insieme, per non affogare nei prossimi annni". Un invitodiretto al nuovo presidente dell'Anec, Luigi Cuciniello. iltema dibattuto nell'appuntamento invernale dell'industriacinematografica e' anche quello dei numeri di una annatadeludente sul fronte delle pellicole italiane: tra le 35commedie lanciate in 40 settimane di programmazione, che noncomprendono il periodo giugno-settembre, solo due hannoincassato sopra i dieci milioni di euro, e dieci sono sotto ilmilione. "Prima l'uscita di film di un certo livello vedevagarantita una tenuta di 4-6 settimane nelle sale - ragiona deLaurentiis - oggi la cannibalizzazione porta solo menospegttatori e meno fatturato. Ci siamo dati un calcio in boccain questi dieci anni. Le major americane invece hanno le spallecoperte quando arrivano in Italia con i costi ammortizzati.Abbiamo ucciso l?home video senza trovare una alternativa,inesistenti rapporti con le televisioni private, un mercatoasfittico per nostra stessa volonta'. L'uscita in sala di unfilm dovrebbe essere all?inzio di un percorso, non laconclusione". Alle 37esime Giornate sorrentine De Laurentiis hapresentato il suo film di Natale, il 31esimo ("basta con gliepisodi, non funzionano piu' come drammaturgia, questa e' unastoria unica", spiega) in sala il 18 dicembre con Filmauro: 'UnNatale stupefacente' protagonista la coppia Lillo e Greg , gia'con lui in 'Colpi di fulmine' e 'Colpi di fortuna'', con AmbraAngiolini e la regia di Volfango de Biase.(AGI)Lil