Violenza sessuale: insegnante musica arrestato nel Reggino

(AGI) - Reggio Calabria, 15 set. - E' finito agli arrestidomiciliari con l'accusa di violenza sessuale per avermolestato un'allieva minorenne. Protagonista della vicenda e'un quarantacinquenne, D.G., insegnante di musica. L'arresto e'stato eseguito stamane dagli uomini della Squadra Mobile diReggio Calabria e del Commissariato di Pubblica Sicurezza diCondofuri (Rc). L'uomo e' indagato per violenza sessualeaggravata continuata e adescamento di minori attraverso la reteinternet ed sms telefonici. L'indagine, coordinata dallaProcura della Repubblica di Reggio Calabria, e' iniziata nelnovembre 2013 quando una donna aveva presentato una denuncianegli uffici del Commissariato di Polizia

(AGI) - Reggio Calabria, 15 set. - E' finito agli arrestidomiciliari con l'accusa di violenza sessuale per avermolestato un'allieva minorenne. Protagonista della vicenda e'un quarantacinquenne, D.G., insegnante di musica. L'arresto e'stato eseguito stamane dagli uomini della Squadra Mobile diReggio Calabria e del Commissariato di Pubblica Sicurezza diCondofuri (Rc). L'uomo e' indagato per violenza sessualeaggravata continuata e adescamento di minori attraverso la reteinternet ed sms telefonici. L'indagine, coordinata dallaProcura della Repubblica di Reggio Calabria, e' iniziata nelnovembre 2013 quando una donna aveva presentato una denuncianegli uffici del Commissariato di Polizia di Condofuri. La donna aveva denunciato di essersi accorta che attraversoFacebook l'indagato, insegnante di musica in una scuola mediadella provincia dell'area jonica reggina, rivolgeva alla figliaminorenne apprezzamenti fisici e avances di chiara naturasessuale. La dona aeva denunciato anche di aver appreso sempredalla figlia che le particolari attenzioni dell'uomo eranorivolte anche ad altre due alunne minorenni.Dalle indaginisarebbe emerso che l'insegnante, oltre a contattare tramiteinternet e via sms telefonici le giovanissime vittime,carpendone la fiducia derivante dal suo status di insegnante,teneva delle lezioni di strumento rivolte a poche alunne inorari pomeridiani all'interno del plesso scolastico in cuiinsegnava, costringendo una di esse ad un contatto di naturasessuale baciandola e toccandola. L'episodio si sarebbeverificato sia durante una lezione sia in occasione di una cenascolastica di fine anno all'interno di una pizzeria, nel giugno2013. (AGI)Adv