Turismo: Riga, "collaborazione con Gdf, nessun danno erariale"

(AGI) - Crotone, 27 giu. - Gianfranco Riga, editore di VideoCalabria, rende noto, con un comunicato stampa, "che, a seguitodelle notizie apparse qualche giorno addietro sui media siadella carta stampata che televisivi, si e' immediatamenteattivato per confutare le risultanze che hanno portato ilnucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza adaccertare un presunto danno nei confronti dell'Erario.L'indagine - si precisa - ha riguardato un finanziamentopubblico a fondo perduto erogato dalla Regione Calabria -Dipartimento Turismo - Settore Industria Alberghiera, asostegno di una iniziativa turistico/ricettiva. In un clima dimassima e costruttiva

(AGI) - Crotone, 27 giu. - Gianfranco Riga, editore di VideoCalabria, rende noto, con un comunicato stampa, "che, a seguitodelle notizie apparse qualche giorno addietro sui media siadella carta stampata che televisivi, si e' immediatamenteattivato per confutare le risultanze che hanno portato ilnucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza adaccertare un presunto danno nei confronti dell'Erario.L'indagine - si precisa - ha riguardato un finanziamentopubblico a fondo perduto erogato dalla Regione Calabria -Dipartimento Turismo - Settore Industria Alberghiera, asostegno di una iniziativa turistico/ricettiva. In un clima dimassima e costruttiva collaborazione con il Comando Provincialedella Guardia di Finanza di Crotone, si e' provveduto a fornirealla stessa tutta la documentazione utile a chiarire in ogniminimo dettaglio l'esatta posizione della famiglia Riga. Inparticolare, - spiega l'editore - documenti cruciali non inpossesso della Guardia di Finanza, hanno di fatto compromessoil sereno svolgimento delle indagini, partite, tra l'altro, daun esposto basato unicamente su congetture false e calunniose.Questi nuovi aspetti rendono chiaro, senza ombra di dubbio, -proswegue la nota - che non e' avvenuto nessun danno erarialene' qualsivoglia altro reato amministrativo o di ordine civilee penale. Tutto cio' - fa rilevare l'imprenditore crotonese -per tutelare il buon nome della famiglia Riga, che, incinquanta anni di impresa, non si e' mai piegata a logichedistorte per perseguire facili utili, ne' ha mai intrapresostrade o percorsi che non fossero quelli, alla luce del sole,di rettitudine professionale ed onesta' morale. Siamo certi -conclude - che la stessa Guardia di Finanza, alla qualerinnoviamo la nostra stima e a cui guardiamo con assolutorispetto e fiducia, sulla scorta della nuova documentazioneacquisita, fughera' ogni ombra maligna che si possa essereaddensata sulla vicenda". (AGI)Red/Adv