Truffe: falsi finanzieri denunciati da Fiamme Gialle Catanzaro

(AGI) - Catanzaro, 13 mar. - Si spacciavano per finanzieri, main realta' volevano solo carpire la fiducia di ignari cittadiniproponendo loro l'abbonamento ad una rivista . Su segnalazionedi una persona truffata, pero', i veri finanzieri li hannoidentificati e denunciati per millantato credito e truffa.L'operazione e' stata condotta dai militari della compagnia diCatanzaro, a cui la vittima della truffa si era rivolta. I duetruffatori proponevano abbonamenti a una fantomatica rivista"Dossier di fianza-rivista di attualita' e informazione". L'indagine e ' scattata quando uno degli abbonati, trattoin inganno dalle modalita' di pubblicizzazione della rivista,

(AGI) - Catanzaro, 13 mar. - Si spacciavano per finanzieri, main realta' volevano solo carpire la fiducia di ignari cittadiniproponendo loro l'abbonamento ad una rivista . Su segnalazionedi una persona truffata, pero', i veri finanzieri li hannoidentificati e denunciati per millantato credito e truffa.L'operazione e' stata condotta dai militari della compagnia diCatanzaro, a cui la vittima della truffa si era rivolta. I duetruffatori proponevano abbonamenti a una fantomatica rivista"Dossier di fianza-rivista di attualita' e informazione". L'indagine e ' scattata quando uno degli abbonati, trattoin inganno dalle modalita' di pubblicizzazione della rivista,spacciata come pubblicazione della Guardia di Finanza, si e'presentato negli uffici del corpo per sincerarsi dellagenuinita' dell'offerta. Da qui l'avvio degli accertamenti che,grazie all'esame dei tabulati telefonici, sono risaliti a unasocieta' della provincia di Reggio Calabria che riscuoteva ildenaro versato per l'abbinamento. Tra l'altro i due tuffatori,secondo quanto emerso, in cambio della sottoscrizionedell'abbonamento, promettevano un trattamento di riguardo nelcaso di ispezioni da parte della Guardia di Finanza. Vittimedella truffa, infatti, erano soprattutto i gestori di esercizipubblici ubicati in varie province italiane. I due autori del raggiro, di origine calabrese, eranoperaltro gia' noti agli inquirenti per i loro precedenti. Nellatruffa sono coinvolte oltre 90 persone. (AGI)Adv