Scoppio fabbrica munizioni a Catanzaro, morto secondo ferito

(AGI) - Catanzaro, 3 lug. - E' morto anche il secondo uomorimasto ferito nell'esplosione di una fabbrica di munizioni,avvenuta il 13 giugno scorso a Caraffa, alle porte diCatanzaro. L'uomo, P.P., lavorava nell'azienda aperta da dueanni ed e' deceduto nel centro grandi ustionati di Catania,dove si trovava ricoverato. Nell'esplosione aveva perso la vitail titolare dell'azienda "F.C. armi e munizioni", FrancoCaligiuri, deceduto dopo le cure prestate nell'ospedale diCatanzaro e il ricovero nel centro grandi ustionati di Cesena.Il pubblico ministero titolare delle indagini, SaverioVertucci, ha disposto l'autopsia sul corpo dell'operaio chesara' effettuata

(AGI) - Catanzaro, 3 lug. - E' morto anche il secondo uomorimasto ferito nell'esplosione di una fabbrica di munizioni,avvenuta il 13 giugno scorso a Caraffa, alle porte diCatanzaro. L'uomo, P.P., lavorava nell'azienda aperta da dueanni ed e' deceduto nel centro grandi ustionati di Catania,dove si trovava ricoverato. Nell'esplosione aveva perso la vitail titolare dell'azienda "F.C. armi e munizioni", FrancoCaligiuri, deceduto dopo le cure prestate nell'ospedale diCatanzaro e il ricovero nel centro grandi ustionati di Cesena.Il pubblico ministero titolare delle indagini, SaverioVertucci, ha disposto l'autopsia sul corpo dell'operaio chesara' effettuata nel centro di medicina legale di Catanzarodalla dottoressa Federica Colosimo. Al momento dell'esplosionenell'azienda si trovava anche il figlio di Caligiuri e unaragazza rumena, ma entrambi erano riusciti a fuggire. (AGI)Cz1/Adv