Sanita': M5S a Mattarella, "governo nomini commissario Calabria"

(AGI) - Catanzaro, 4 mar. - I parlamentari M5s Dalila Nesci,Nicola Morra, Federica Dieni e Paolo Parentela hanno reso notodi avere scritto una lettera al Presidente della Repubblica,Sergio Mattarella, dopo la mancata nomina del commissario perla sanita' in Calabria, chiedendogli un incontro immediato.Nella missiva, i parlamentari scrivono che "il Consiglio deiMinistri avrebbe potuto adempiere a tale obbligo gia' dal 10dicembre scorso, data della proclamazione del Presidente dellaRegione Calabria. Da allora ad oggi - aggiungono - come abbiamoinsistentemente rappresentato al Presidente del Consiglio e atutti i Ministri, gli ospedali e i

(AGI) - Catanzaro, 4 mar. - I parlamentari M5s Dalila Nesci,Nicola Morra, Federica Dieni e Paolo Parentela hanno reso notodi avere scritto una lettera al Presidente della Repubblica,Sergio Mattarella, dopo la mancata nomina del commissario perla sanita' in Calabria, chiedendogli un incontro immediato.Nella missiva, i parlamentari scrivono che "il Consiglio deiMinistri avrebbe potuto adempiere a tale obbligo gia' dal 10dicembre scorso, data della proclamazione del Presidente dellaRegione Calabria. Da allora ad oggi - aggiungono - come abbiamoinsistentemente rappresentato al Presidente del Consiglio e atutti i Ministri, gli ospedali e i distretti sanitari dellaCalabria vivono nella paralisi assoluta". "Gli appetiti politici, il bisogno patologico dicontrollare il settore pubblico piu' redditizio ai fini delconsenso, gli equilibri tra i partiti e l'irresponsabilita'istituzionale - secondo i grillini - hanno dunque prevalsosulla tutela del diritto alla salute dei cittadini; in spregioall'articolo 32 della Costituzione. Non sono bastati - hannoproseguito nella lettera i parlamentari M5s - gli appelli delleassociazioni, le manifestazioni di piazza e nemmeno le denuncealla procura, tra cui la nostra a Roma, a convincere il Governodella necessita' e urgenza di nominare il suddetto Commissario.E' un Governo del turbo, quindi, quando e' chiamatoall'intervento dai ricchi, dai potenti, dalle oligarchie. Ed e'un governo della lentezza, dell'immobilismo e dell'inganno,invece, innanzi ai problemi concreti e alle attese delMezzogiorno; a partire dalla Calabria, spesso luogoprivilegiato di affari, interessi, scorie e macerie. Poiche' -concludono i parlamentari - siamo convinti che il Governoperdera' altro tempo, tra notizie inveritiere, annunci epropositi vuoti, Le chiediamo allora, Presidente, un incontroimmediato per illustrarLe la gravissima e insostenibilesituazione della sanita' calabrese, per cui non e' piu'rinviabile la suddetta nomina". (AGI)Red/Adv