Regionali: Talarico,dimissioni consiglieri non cambierebbero nulla (2)

(AGI) - Reggio Calabria, 9 lug. - Circa la richiesta didimissioni dei consiglieri regionali da parte del ministroLanzetta, il presidente Talarico ha chiarito: "Io sostengosemplicemente che il ministro Lanzetta sia poco informato sullenormative, forse pensa che con le dimissioni dei consiglieri ilConsiglio si sciolga e si ritorni al voto. In realta', loscioglimento c'e' gia' stato, dopo le dimissioni del Presidentedella Giunta, comunicate in Consiglio, stiamo continuando in'prorogatio'. In Aula approveremo in questo periodo solonorme fondamentali che rispondano ai criteri diindifferibilita' ed urgenza. Io credo, invece, che l'invitodel ministro Lanzetta

(AGI) - Reggio Calabria, 9 lug. - Circa la richiesta didimissioni dei consiglieri regionali da parte del ministroLanzetta, il presidente Talarico ha chiarito: "Io sostengosemplicemente che il ministro Lanzetta sia poco informato sullenormative, forse pensa che con le dimissioni dei consiglieri ilConsiglio si sciolga e si ritorni al voto. In realta', loscioglimento c'e' gia' stato, dopo le dimissioni del Presidentedella Giunta, comunicate in Consiglio, stiamo continuando in'prorogatio'. In Aula approveremo in questo periodo solonorme fondamentali che rispondano ai criteri diindifferibilita' ed urgenza. Io credo, invece, che l'invitodel ministro Lanzetta sia rivolto al suo partito, che e' unpartito importante nel quadro politico generale. Ribadisco -ha aggiunto - che si votera' a novembre, cosi come previstodalla legge regionale che impone al Presidente facentefunzioni di indire nuove elezioni entro tre mesi dalla data dicomunicazione al Consiglio delle dimissioni del Presidentedella Regione. Pertanto non ci possono essere dubbi diinterpretazione, ne' stiamo facendo melina ne' trame diPalazzo, ma stiamo continuando a lavorare fino all'ultimogiorno di questa legislatura nell'interesse dei calabresi". A proposito della Relazione del Mef, il presidente Talaricoha sostenuto: "La Ragioneria dello Stato e' stata diversi mesisia in Giunta che in Consiglio, la relazione ha evidenziatodelle anomalie. Adesso abbiamo sei mesi di tempo percontrodedurre, ci sono cose che riteniamo corrette altre cheriteniamo non corrette". (AGI)Red/Adv