Regionali: Talarico,dimissioni consiglieri non cambierebbero nulla

(AGI) - Reggio Calabria, 9 lug. - "Con le dimissioni deiconsiglieri la questione non cambia, perche' si voterebbecomunque a novembre" . E' quanto, tra l'altro, ha sostenuto ilpresidente del Consiglio regionale Francesco Talaricointervistato da Alessandro Milan nel corso della trasmissione"Mattino 24" (Radio24). "Noi - ha aggiunto - abbiamo unoStatuto regionale, al pari delle altre Regioni italiane,secondo il quale il Consiglio regionale rimane in carica finoalla proclamazione dei nuovi eletti. Non e' come nel caso di unsindaco che, nel momento in cui rassegna le dimissioni, vienesostituito da un commissario facendo decadere

(AGI) - Reggio Calabria, 9 lug. - "Con le dimissioni deiconsiglieri la questione non cambia, perche' si voterebbecomunque a novembre" . E' quanto, tra l'altro, ha sostenuto ilpresidente del Consiglio regionale Francesco Talaricointervistato da Alessandro Milan nel corso della trasmissione"Mattino 24" (Radio24). "Noi - ha aggiunto - abbiamo unoStatuto regionale, al pari delle altre Regioni italiane,secondo il quale il Consiglio regionale rimane in carica finoalla proclamazione dei nuovi eletti. Non e' come nel caso di unsindaco che, nel momento in cui rassegna le dimissioni, vienesostituito da un commissario facendo decadere giunta econsiglio comunali". Ancora Talarico: "Qui non c'e' alcunamanovra dilatoria. Noi stiamo continuando a portare a termineuna serie di cose importanti. Ad esempio, la scorsa settimanaabbiamo approvato un assestamento di bilancio di 130 milioni dieuro da destinare alle famiglie, ai disoccupati ed alle impresecalabresi. Entro il 22 luglio dovremo approvare i fondicomunitari che poi devono essere trasmessi alla commissioneeuropea. Fatti che interessano le famiglie calabresi e ilterritorio. Eppure, subiamo un'aggressione mediatica quotidianasu questi argomenti. Siamo pronti a votare a novembre. Dopo ledimissioni, trattandosi di una elezione diretta del Presidentedella Regione, non c'e' alcun dubbio che sia necessario tornarealle urne, in modo tale che i calabresi possano esprimersi suun nuovo governo". (AGI) Red/Adv (Segue)