Fondazione Campanella: avviate le procedure di licenziamento

(AGI) - Catanzaro, 11 mar. - Sono state avviate le procedure dilicenziamento per i dipendenti della Fondazione Campanella diCatanzaro. Il verbale e' stato sottoscritto nel corso di unariunione che si e' svolta a Reggio Calabria, nella sede delDipartimento lavoro della Regione Calabria, alla presenza delpresidente della Fondazione, Paolo Falzea, e del direttoregenerale, Mario Martina, mentre per le organizzazioni sindacalierano presenti Bruno Talarico per la Fp Cgil e AntonioCristofaro per la Fp Cisl. La procedura riguardacomplessivamente 245 lavoratori. La Fondazione ha evidenziatodi non avere "alcun titolo giuridicamente rilevante dautilizzare nei

(AGI) - Catanzaro, 11 mar. - Sono state avviate le procedure dilicenziamento per i dipendenti della Fondazione Campanella diCatanzaro. Il verbale e' stato sottoscritto nel corso di unariunione che si e' svolta a Reggio Calabria, nella sede delDipartimento lavoro della Regione Calabria, alla presenza delpresidente della Fondazione, Paolo Falzea, e del direttoregenerale, Mario Martina, mentre per le organizzazioni sindacalierano presenti Bruno Talarico per la Fp Cgil e AntonioCristofaro per la Fp Cisl. La procedura riguardacomplessivamente 245 lavoratori. La Fondazione ha evidenziatodi non avere "alcun titolo giuridicamente rilevante dautilizzare nei confronti dei creditori affinche' sospendano leprocedure esecutive in atto", aggiungendo che e' stata fissataper il 31 marzo, da parte del tribunale di Catanzaro, la nominadel commissario liquidatore, mentre la Regione Calabria "non harimosso le condizioni che hanno determimnato il provvedimentoprefettizio di estinzione della fondazione stessa. Contro ilicenziamenti si sono schierate le organizzazioni sindacali chehanno deciso di "non aderire alla procedura di licenziamentocollettivo, contestandola sia in fatto che in diritto". Cgil eCisl, inoltre, hanno invitato "la Fondazione a farsi parteattiva per un eventuale incontro con i soci fondatorifinalizzato a trovare una piu' corretta soluzione edalternativa ai licenziamenti". (AGI)Cz1/Ros