Estorsioni: tre intimidazioni nella notte a Crotone

(AGI) - Crotone, 6 giu. - Tre intimidazioni in un a notte solacontro altrettanti esercizi commerciali a Crotone. Nel mirinosono finiti, in particolare, due ristoranti che appartengonoallo stesso proprietario ed un laboratorio di parrucchiera. Invia Claudino Crea sono stati esplosi tre colpi di pistolacalibro 7.65 contro le serrande del ristorante "Bago'": ilfatto e' avvenuto intorno alle 2.30 secondo alcuni testimoniche hanno sentito gli spari e si sono affacciati alla finestrascorgendo due persone a bordo di una moto. Stessa dinamicaqualche chilometro piu' avanti: tre colpi di pistola 7.65 hannoinfranto la vetrina

(AGI) - Crotone, 6 giu. - Tre intimidazioni in un a notte solacontro altrettanti esercizi commerciali a Crotone. Nel mirinosono finiti, in particolare, due ristoranti che appartengonoallo stesso proprietario ed un laboratorio di parrucchiera. Invia Claudino Crea sono stati esplosi tre colpi di pistolacalibro 7.65 contro le serrande del ristorante "Bago'": ilfatto e' avvenuto intorno alle 2.30 secondo alcuni testimoniche hanno sentito gli spari e si sono affacciati alla finestrascorgendo due persone a bordo di una moto. Stessa dinamicaqualche chilometro piu' avanti: tre colpi di pistola 7.65 hannoinfranto la vetrina del negozio "Donna Piu'". Anche in questo caso e' stata notata una moto allontanarsidalla zona. La terza intimidazione e' avvenuta in via NazioniUnite contro un altro ristorante "Bago'"; in questo caso nonsono stati esplosi colpi di pistola, ma e' stata lasciatadavanti alla serranda una bottiglia con liquido infiammabile,un accendino e tre proiettili di piccolo calibro. Il tipo dimessaggio lasciato davanti al ristorante dello stessoproprietario conferma la pista delle intimidazioni a scopoestorsivo anche se i titolari dei tre esercizi hanno sostenutodi non aver mai ricevuto richieste estorsive. Sugli episodiindagano la Squadra mobile della Polizia di Stato e iCarabinieri della compagnia di Crotone che stanno cercandoriscontri alle testimonianze attraverso le riprese della videosorveglianza. Sui luoghi delle intimidazioni sono intervenutila polizia scientifica e il reparto scientifico deiCarabinieri.(AGI)Adv