Credito: Bcc Calabria hanno il 5, 85% raccolta regionale

(AGI) - Cosenza, 30 giu. - Le Banche di Credito Cooperativoaderenti alla Federazione Calabrese, al 31 dicembre scorso,erano 13 (di cui una in amministrazione controllata) con 86sportelli, 564 dipendenti e quasi 22.000 soci. I principalidati aggregati indicano, per le BCC Calabresi, una raccolta di? 1.922.101.000 (+0,03%) e impieghi per 1.424.223.000 di euro(-7,61%). I dati sono emersi dall'assemblea della federazioneregionale delle Bcc. "Le Banche di Credito Cooperativo - si legge in uncomunicato - detengono il 5,85% della raccolta regionale, mariguardo agli impieghi la loro quota di mercato e' quasi del7,00% (6,90%).

(AGI) - Cosenza, 30 giu. - Le Banche di Credito Cooperativoaderenti alla Federazione Calabrese, al 31 dicembre scorso,erano 13 (di cui una in amministrazione controllata) con 86sportelli, 564 dipendenti e quasi 22.000 soci. I principalidati aggregati indicano, per le BCC Calabresi, una raccolta di? 1.922.101.000 (+0,03%) e impieghi per 1.424.223.000 di euro(-7,61%). I dati sono emersi dall'assemblea della federazioneregionale delle Bcc. "Le Banche di Credito Cooperativo - si legge in uncomunicato - detengono il 5,85% della raccolta regionale, mariguardo agli impieghi la loro quota di mercato e' quasi del7,00% (6,90%). Questo sforzo, prodotto a beneficio dellecomunita' e dei territori per superare il momento di crisi, haportato ad un consapevole aumento delle sofferenze. Il rapportosofferenze/impieghi per le BCC calabresi e' pari al 21,70% conun aumento del 4,56% rispetto all'anno precedente. Per meglioattrezzarsi nel fronteggiare la situazione, le BCC calabresihanno alzato la percentuale di copertura sulle sofferenze (conesclusione degli interessi di mora) al 63,1% (a fronte del45,6% delle BCC nazionali e del 55% del sistema bancarionazionale). Sono stati rafforzati anche i coefficientipatrimoniali di Basilea 2, i cosiddetti Total Capital Ratio eTier 1 Capital ratio, portati rispettivamente al 23,3% e al19,8% contro il 13,8% e 11,1% del sistema bancario nazionale.Alla fine del 2013, dunque, il dato aggregato di bilancio e' disegno negativo (- 2,5 mln) a causa dell'incremento dellerettifiche di valore per deterioramento crediti, divenute lamaggiore voce di costo per le Bcc Calabresi. Nel corso del 2013FederCalabria ha registrato l'avvicendamento alla presidenza euna accelerazione nel processo di aggregazione e rafforzamentotra le BCC calabresi. Dopo Mediocrati e BCC dello Jonio,infatti, sono state poste le basi per due fusioni, gia'autorizzate da Banca d'Italia e approvate dalle assemblee delleBCC: Crotonese e Scandale; Maierato e San Calogero. Una quartafusione e' in itinere tra la BCC della Sila Piccola e quelladel Lametino. Sono allo studio, infine, altre possibili fusioniper aumentare le dimensioni delle BCC piu' piccole. (AGI)Red/Adv