Ambiente: Oliverio presiede riunione struttura di valutazione

(AGI) - Catanzaro, 13 mar. - Il Presidente della Regione MarioOliverio ha presieduto una riunione, alla quale ha partecipatoanche il Dirigente generale del Dipartimento "Ambiente"Domenico Pallaria, della Struttura Tecnica di Valutazione, chenon si riuniva da qualche anno. La Struttura si occupa di VIA(Valutazione impatto ambientale), VAS (Valutazione ambientalestrategica), AIA (Autorizzazione integrata ambientale e VI(Valutazione d'incidenza). Sono ben trecentocinquanta lepratiche in giacenza, presentate da istituzioni ed enti, cheaspettano dal 2010 di essere valutate dalla Struttura e cheprevedano la realizzazione di opere per una spesa di alcunimilioni di euro. Nel corso

(AGI) - Catanzaro, 13 mar. - Il Presidente della Regione MarioOliverio ha presieduto una riunione, alla quale ha partecipatoanche il Dirigente generale del Dipartimento "Ambiente"Domenico Pallaria, della Struttura Tecnica di Valutazione, chenon si riuniva da qualche anno. La Struttura si occupa di VIA(Valutazione impatto ambientale), VAS (Valutazione ambientalestrategica), AIA (Autorizzazione integrata ambientale e VI(Valutazione d'incidenza). Sono ben trecentocinquanta lepratiche in giacenza, presentate da istituzioni ed enti, cheaspettano dal 2010 di essere valutate dalla Struttura e cheprevedano la realizzazione di opere per una spesa di alcunimilioni di euro. Nel corso della riunione, il PresidenteOliverio ha sottolineato l'urgenza di dare risposte, in tempibrevi, alle istanze presentate, per fare in modo che si possadare il via alla realizzazione delle opere previste daiprogetti presentati. "E' incredibile - ha detto il PresidenteOliverio - che per cosi' tanti anni siano rimaste bloccatecentinaia di pratiche riguardanti progetti dei Comuni, deiprivati e di enti per la realizzazione d'investimenti, in molticasi d'interesse generale, che, per lo piu' utilizzano risorsedell'U.E., regionali e statali. Siamo di fronte al paradossoche la Regione, in questi anni, mentre in un Dipartimentoconcedeva finanziamenti, nel Dipartimento "Ambiente" venivanobloccate, di fatto, le risorse e gli investimenti concessi, congrave danno per l'economia, il sistema delle imprese,l'occupazione ed i servizi. Bisogna chiudere questa stagionenegativa. Il pregresso accumulato deve essere, in tempi certi,smaltito. Per questo, attraverso un Piano straordinario e lacostituzione di gruppi di lavoro tecnici, saranno esaminate,rapidamente, tutte le pratiche giacenti. In tal senso sarannofatte verifiche quindicinali e saranno concentrate lenecessarie risorse umane per normalizzare la situazione.Parimenti, sara' costituito un nucleo tecnico-giuridico diesperti per una riforma di leggi e regolamenti, in direzionedello snellimento delle procedure e di una adeguataorganizzazione delle strutture preposte all'esame,all'istruttoria ed alle autorizzazioni in materia divalutazione ambientale". (AGI)Ros