Tumori: 'Miss Lilt L'Aquila' spedisce 20 mila cartoline

(AGI) - Avezzano (L'Aquila), 14 set. - La Lega Italiana per laLotta contro i Tumori in 'edizione speciale'. In un'originalecarta stampata, l'invito a prendersi cura di se', sotto ilsegno del Fiocco Rosa. Ventimila cartoline artistiche,raffiguranti l'immagine del primo volto mediatico della Liltprovinciale, la romana 23enne Melissa Marchetti, eletta 'MissLilt L'Aquila 2015' nel mese di luglio scorso, conquisterannoil suolo di L'Aquila e Provincia grazie alla miccia dellasensibilizzazione. Gia' stampate, verranno disseminate, comepillole pure di saggezza, nei vari punti nevralgici diaggregazione della piattaforma aquilana. Negli occhi dellamadrina della lotta al cancro

(AGI) - Avezzano (L'Aquila), 14 set. - La Lega Italiana per laLotta contro i Tumori in 'edizione speciale'. In un'originalecarta stampata, l'invito a prendersi cura di se', sotto ilsegno del Fiocco Rosa. Ventimila cartoline artistiche,raffiguranti l'immagine del primo volto mediatico della Liltprovinciale, la romana 23enne Melissa Marchetti, eletta 'MissLilt L'Aquila 2015' nel mese di luglio scorso, conquisterannoil suolo di L'Aquila e Provincia grazie alla miccia dellasensibilizzazione. Gia' stampate, verranno disseminate, comepillole pure di saggezza, nei vari punti nevralgici diaggregazione della piattaforma aquilana. Negli occhi dellamadrina della lotta al cancro al seno, il grido di rivalsa ditutte le mamme, figlie odierne della prevenzione salvavita. Ilfotografo Antonio Oddi, padre e ideatore primo del progetto'rosa', battezza, gia' a partire da oggi, il nuovo modo dimettere in contatto la donna con l'arma sanitaria delloscreening gratuito. "Come lo scorso anno, la citta' di Avezzano- spiega - verra' letteralmente invasa dall'arte cartacea dellaprevenzione. Ventimila cartoline artistiche, raffiguranti ilvolto di 'Miss Lilt L'Aquila', viaggeranno nelle tasche degliabitanti della citta', portando lumi, luce e, soprattutto,informazione. A differenza dello scorso anno, pero', oggi, lacampagna di sensibilizzazione, si e' allargata ulteriormente,andando a toccare anche la zona di L'Aquila e provincia. Un belsalto di qualita', quindi, il quale, senza dubbio - osservaOddi - premiera' la vita e la sua conservazione". Atimoneggiare la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumoriprovinciale, il medico chirurgo e senologo Antonio Addari,bandiera di un fare sanitario immerso, oggi piu' che mai, nellavelocita' della comunicazione. Per il primo anno in assoluto, adare una mano al progetto di sensibilizzazione colorato dirosa, legato indissolubilmente alla volonta' di informare eformare le donne sull'eventualita' di effettuare, pressol'ambulatorio Lilt di via America n.11, una visita gratuitasenologica, l'associazione di categoria Confesercenti L'Aquila,guidata, per il secondo anno consecutivo, dal presidenteDomenico Venditti. Anche l'associazione di categoriaprovinciale sceglie, quindi, di impreziosirsi del simbolicofiocco rosa. "Ringrazio il presidente Domenico Venditti peraver creduto nella macchina della prevenzione di LiltL'Aquila", commenta infine Oddi. "Da futura infermiera e donna'innamorata' della prevenzione - afferma a corredodell'argomentazione del progetto, Miss Lilt L'Aquila 2015 - hogia' svolto il pap-test: un esame semplicissimo e assolutamenteindolore, che puo' informare la donna gia' molto su qualsiasitipo di 'alterazione' sospetta. La maggior parte delle personecon le quali ho potuto, durante la mia esperienza,interfacciarmi non osa ancora chiamare il tumore con il suonome specifico, nominandolo, invece, con dei giri di parole, oappellandolo semplicemente 'mostro'. Cio' conduce lapopolazione a relazionarsi al carcinoma mammario in mododistaccato, di rifiuto quasi, che, a volte pero', puo'rivelarsi anche assai sfavorevole. Questo modo di farepotrebbe, di fatti, allontanare la donna dallo svolgere icontinui controlli di routine consigliati, per paura, magari,di trovare qualcosa che non vada nel suo corpo. E' un circolovizioso, fatto di convinzioni errate, dal quale bisogna uscireil prima possibile. Con le donne, per le donne e grazie alledonne - dice infine Miss Lilt - la sfida alla salutediventera', presto, un'abitudinaria e sana realta'". (AGI)