Terrorismo: Dna, contrasto patrimoniale chiave per sconfitta

(AGI) - L'Aquila, 8 ott. - "Sul terrorismo le misure diprevenzione orami sono uno strumento difficile perche' hannosempre evidenziato lacune normative, da anni si cerca unasemplificazione normativa del sistema sulle prevenzioni pero'noi sappiamo che il contrasto patrimoniale e' la chiave divolta per la sconfitta alla criminalita' organizzata; nessunodi noi oggi possa ritenere che l'unica risposta sanzionatoriasia il carcere, mentre le misure patrimoniali sono una nuovaforma di sanzione in un momento di crisi particolare. Se e'vero che normalmente circolano 450 miliardi di euro sulcircuito finanziario di proventi di attivita' illecita di

(AGI) - L'Aquila, 8 ott. - "Sul terrorismo le misure diprevenzione orami sono uno strumento difficile perche' hannosempre evidenziato lacune normative, da anni si cerca unasemplificazione normativa del sistema sulle prevenzioni pero'noi sappiamo che il contrasto patrimoniale e' la chiave divolta per la sconfitta alla criminalita' organizzata; nessunodi noi oggi possa ritenere che l'unica risposta sanzionatoriasia il carcere, mentre le misure patrimoniali sono una nuovaforma di sanzione in un momento di crisi particolare. Se e'vero che normalmente circolano 450 miliardi di euro sulcircuito finanziario di proventi di attivita' illecita di variotipo, credo che uno stato democratico non possa piu' pensare ditagliare le pensioni, gli stipendi, licenziare gli operai, madeve assolutamente recuperare il patrimonio illecito checircola sul mercato finanziario e ricondurlo alla scoieta'civile e su questo le Procure possono avere un ruolofondamentale". Lo ha detto all'Aquila, nel corso della firma diun procollo d'intesa in relazione all'applicazione di misure diprevenzione patrimoniali, il sostituto procuratore presso laDirezione nazionale antimafia, Antonio Laudati. (AGI)