Terremoto: Unione Colline Teatine "adotta" Arquata del Tronto

(AGI) - Chieti, 27 ago. - L'Unione dei Comuni delle Colline Teatine "adotta" Arq...

(AGI) - Chieti, 27 ago. - L'Unione dei Comuni delle Colline Teatine "adotta" Arquata del Tronto con una raccolta fondi per aiutare le popolazioni del centro marchigiano martoriato dal terremoto del 24 agosto. L'iniziativa della piccola Unione abruzzese, "tempestiva quanto ragionata", ha preso le mosse da un contatto avviato da subito con il sindaco di Arquata, Aleandro Petrucci, il quale aveva segnalato le vere esigenze del comune terremotato dell'alta valle del Tronto: un aiuto in denaro da destinare in modo mirato alle necessita' gia' incombenti del post-sisma. Pertanto sara' acceso un conto corrente bancario per il versamento delle donazioni volontarie e un comitato in via di costituzione raccogliera' direttamente le somme dalle mani dei cittadini dei tre Comuni che compongono l'Unione: Casacanditella, Casalincontrada e San Martino sulla Marrucina. "Poiche' prima la Protezione civile e poi direttamente a voce il collega sindaco Petrucci ci hanno confermato che non occorrono quelli che classicamente sono definiti 'generi di prima necessita'', come alimentari e indumenti, gia' affluiti in abbondanza sui luoghi del disastro", spiega Giuseppe D'Angelo, presidente dell'Unione e sindaco di Casacanditella, "ci siamo attivati sul fronte di un sostegno concreto perche' gestibile direttamente in loco secondo i bisogni reali della popolazione di Arquata e della frazione di Pescara del Tronto praticamente rasa al suolo dal sisma". La decisione e' stata assunta insieme al sindaco di Casalincontrada Vincenzo Mammarella e di San Martino, Luciano Giammarino. Il perche' del doppio canale conto corrente e raccolta diretta lo spiega lo stesso presidente: "L'Iban che forniremo nelle prossime ore e' destinato all'uso da parte di coloro che hanno gia' dimestichezza con pratiche bancarie come i versamenti in bonifico; ma diamo anche molta importanza alla popolazione anziana, che potrebbe trovarsi in difficolta' o dipendere da familiari per l'utilizzo del conto corrente, ecco perche' in ognuno dei tre nostri Comuni stiamo costituendo su base volontaria gruppi preposti alla raccolta delle donazioni con ogni garanzia per i benefattori. Al termine della campagna di solidarieta', la somma verra' passata al Comune di Arquata che sapra' destinarla a un utilizzo puntuale e mirato, in linea con le autentiche necessita' locali. Aver 'adottato' Arquata in questi termini - sottolinea D'Angelo - ci rende orgogliosi, nella consapevolezza che avremo contribuito a far sentire l'abbraccio della solidarieta' a chi in questo momento deve fronteggiare problemi che necessitano della vicinanza e del concorso di tutti". Lunedi' 29 i comitati verranno costituiti e saranno resi pubblici i parametri per l'accesso al conto corrente. "Dai nostri concittadini", e' l'appello del presidente, "ci attendiamo un'adesione adeguata all'importanza del compito che ci attende". (AGI)
Ett