TERREMOTO: TASSE: PEZZOPANE, ORA CERTEZZE SUGLI ARRETRATI

(AGI) - L'Aquila, 1 dic. - "L'annuncio di Guido Bertolaso dellasospensione del pagamento delle tasse fino al 30 novembre 2010e' importante e conferma quello che abbiamo sempre sostenuto:per ripartire, la nostra economia ha bisogno di una boccatad'ossigeno, di linfa vitale. La proroga serve alle imprese, alcommercio, alle famiglie, a tutti coloro che hanno riaperto lapropria attivita' e ai tanti che ancora non ce l'hanno fatta".E' quanto afferma la Presidente della Provincia dell'AquilaStefania Pezzopane sulle dichiarazioni del Capo dellaProtezione Civile sul decreto legge che il Governo si apprestaad approvare. "Stiamo facendo

(AGI) - L'Aquila, 1 dic. - "L'annuncio di Guido Bertolaso dellasospensione del pagamento delle tasse fino al 30 novembre 2010e' importante e conferma quello che abbiamo sempre sostenuto:per ripartire, la nostra economia ha bisogno di una boccatad'ossigeno, di linfa vitale. La proroga serve alle imprese, alcommercio, alle famiglie, a tutti coloro che hanno riaperto lapropria attivita' e ai tanti che ancora non ce l'hanno fatta".E' quanto afferma la Presidente della Provincia dell'AquilaStefania Pezzopane sulle dichiarazioni del Capo dellaProtezione Civile sul decreto legge che il Governo si apprestaad approvare. "Stiamo facendo passi in avanti - ha sottolineatola Pezzopane - ora aspettiamo il decreto che preveda misureanche per le tasse arretrate. Chiediamo lo stesso trattamentoche hanno avuto i cittadini colpiti dal sisma in Umbria,Marche, per i quali la restituzione e' stata chiesta dopo 12anni solo per il 40 per cento di quelle dovute, in 120 rate.Continuiamo nel nostro lavoro di pressione istituzionale e dicoinvolgimento degli enti locali e delle categorie produttive -ha aggiunto Pezzopane - Un lavoro di squadra che ci ha permessodi superare tutte le resistenze che inizialmente abbiamotrovato alle nostre legittime richieste. Un'azioneindispensabile per cambiare la decisione che era stata assuntacon molta superficialita' con la bocciatura degli emendamentialla legge Finanziaria". (AGI)Com/Ett