TERREMOTO: TASSE; DE MATTEIS, PROCRASTINARE SCADENZA

(AGI) - L'Aquila, 16 nov. - "L'attuazione della Zona francaprevista tra febbraio e marzo 2010; l'utilizzo dei 35 milionidi Euro della misura 87 2b, dei quali e' prossimo il bando; e,infine, l'autorizzazione a rimodulare gli 83 milioni di Eurodel POR-FERS per il terremoto, sono i primi interventi attialla ripresa economica", - rileva il vice presidente vicariodel Consiglio regionale, Giorgio De Matteis. "Se a cio' nonverra' aggiunto quanto previsto nella mozione unitariaapprovata in Parlamento - rileva - il processo appena avviatoper la ripresa economica delle zone terremotate sara' bloccatoe vanificato. Per

(AGI) - L'Aquila, 16 nov. - "L'attuazione della Zona francaprevista tra febbraio e marzo 2010; l'utilizzo dei 35 milionidi Euro della misura 87 2b, dei quali e' prossimo il bando; e,infine, l'autorizzazione a rimodulare gli 83 milioni di Eurodel POR-FERS per il terremoto, sono i primi interventi attialla ripresa economica", - rileva il vice presidente vicariodel Consiglio regionale, Giorgio De Matteis. "Se a cio' nonverra' aggiunto quanto previsto nella mozione unitariaapprovata in Parlamento - rileva - il processo appena avviatoper la ripresa economica delle zone terremotate sara' bloccatoe vanificato. Per questo domani, presentero' in Consiglioregionale, una risoluzione urgente, nella convinzione cheancora una volta il senso di responsabilita' dei consiglieriregionali, della Giunta e di tutti i parlamentari abruzzesifara' prevalere le ragioni della rinascita dell'Abruzzo edell'Aquila. La prossima approvazione della Finanziarianazionale - sottolinea ancora De Matteis - pone il problema delpagamento delle tasse sospeso, come si ricordera', sino al 31dicembre 2009 per i cittadini delle zone terremotate. E',quindi, necessario procrastinare questa scadenza.L'approvazione unitaria della mozione pro Abruzzo - ribadisceil vice presidente - deve essere da stimolo per l'interoParlamento affinche' vengano applicati i principi in essacontenuti, dando seguito alle parole del ministro Tremonti edel presidente Berlusconi che, nei mesi passati, avevanotranquillizzato tutti in merito ai tempi di restituzione delletasse. La fase di riorganizzazione e ripristino delle attivita'produttive e commerciali dell'area colpita dal sisma e' agliinizi - afferma, infine, De Matteis - lo spirito di sacrificiodimostrato dalle migliaia di cittadini tornati a vivere nellacitta' dell'Aquila e negli altri centri colpiti e' il segnaledi una forte volonta' di ripresa che non puo' e non deve esseredelusa". (AGI)