TERREMOTO: PACCHETTO DA 46 MILIONI PER IMPRESE DEL "CRATERE"

(AGI) - Pescara, 28 nov.- Un pacchetto di risorse di circa 46milioni di euro a beneficio delle aziende rientranti nell'area del "cratere" aquilano. Si tratta di due misure derivanti dalPor Fesr 2007/2013 (regime di aiuto ex art. 87.2b) per laripresa delle attività produttive nell'area danneggiata dalsisma del 6 aprile scorso. Lo ha annunciato il vice presidenteed assessore allo Sviluppo economico della Regione, AlfredoCastiglione. "La prima misura, pari a 35 milioni di euro - ha spiegatoCastiglione - riguarda la riattivazione di imprese diqualsiasi natura cha abbiano subito danni dal terremoto. Insostanza, -

(AGI) - Pescara, 28 nov.- Un pacchetto di risorse di circa 46milioni di euro a beneficio delle aziende rientranti nell'area del "cratere" aquilano. Si tratta di due misure derivanti dalPor Fesr 2007/2013 (regime di aiuto ex art. 87.2b) per laripresa delle attività produttive nell'area danneggiata dalsisma del 6 aprile scorso. Lo ha annunciato il vice presidenteed assessore allo Sviluppo economico della Regione, AlfredoCastiglione. "La prima misura, pari a 35 milioni di euro - ha spiegatoCastiglione - riguarda la riattivazione di imprese diqualsiasi natura cha abbiano subito danni dal terremoto. Insostanza, - ha continuato - vi rientrano tutte le attivitàeconomiche che producano redditi, quindi anche singoliprofessionisti, piccole e medie imprese come artigiani ecommercianti, piccole industrie, cooperative, ancheassociazioni teatrali e culturali. La condizione necessaria èche abbiano tutte partita IVA". Inoltre, possono esserefinanziare con dei massimali la ristrutturazione di immobili el'acquisto di beni mobili come macchinari e persino le scorte.Si prevede anche di finanziare l'eventuale trasferimento diun'azienda o in alternativa il fermo dell'azienda stessa. Quanto all'attrazione di nuove imprese - ha aggiunto il vicepresidente della Regione - i circa 11 milioni di euro previstisaranno a beneficio di imprese, artigiane, commerciali e diservizi, iscritte alla Camera di commercio e aventi partitaIVA". In particolare, viene finanziato l'avvio dell'attivitàmentre solo per il primo periodo viene garantita anche lacoperrtura delle spese di gestione. "Dalle associazioni di categoria abbiamno cominciato arecepire suggerimenti - ha sottolineato Castiglione - perrimodulare al meglio le misure Fers così come erano stateimportate dalla UE visto che, tra l'altro, con tuttaprobabilità i realtivi bandi usciranno entro fine anno. Abbiamodato un primo importante segnale all'Aquila e all'area delcratere - ha concluso il vice presidente della Regione - cirendiamo conto che qualsiasi cifra non basterebbe per risolverei grandi problemi del territorio terremotato, ma aspettiamoanche segnali dalla Comunità europea affinchè aumenti glistanziamenti col contributo di solidarietà, utilizzando anche,quando saranno disponibili, i fondi Fas ed il Master Plan peruna cifra complessiva globale che dovrebbe aggirarsi sui 250milioni di euro". (AGI)com/Plt