TERREMOTO: L'AQUILA, SPORTELLO CISL SUGLI AFFITTI

(AGI) - L'Aquila, 26 apr. - E' stato siglato il 23 aprilescorso, un protocollo di intesa tra la Ust-Cisl dell'Aquila, laFnp-regionale Abruzzo, la Usr-Cisl Abruzzo e il Sicetnazionale, per l'apertura di uno sportello a servizio degliinquilini pubblici e privati e degli studenti fuori sede,nonche' delle famigle proprietarie di una sola abitazione,colpite dal terremoto. In particolare, l'intervento e' rivoltoagli inquilini di edilizia pubblica e agli anziani. "Ilprogetto", spiega Gianfranco Giorgi, segretario regionale Cisl,"si fonda sulla necessita' di fornire assistenza alle famiglienon proprietarie dell'abitazione principale e residenti neiterritori colpiti dal sisma

(AGI) - L'Aquila, 26 apr. - E' stato siglato il 23 aprilescorso, un protocollo di intesa tra la Ust-Cisl dell'Aquila, laFnp-regionale Abruzzo, la Usr-Cisl Abruzzo e il Sicetnazionale, per l'apertura di uno sportello a servizio degliinquilini pubblici e privati e degli studenti fuori sede,nonche' delle famigle proprietarie di una sola abitazione,colpite dal terremoto. In particolare, l'intervento e' rivoltoagli inquilini di edilizia pubblica e agli anziani. "Ilprogetto", spiega Gianfranco Giorgi, segretario regionale Cisl,"si fonda sulla necessita' di fornire assistenza alle famiglienon proprietarie dell'abitazione principale e residenti neiterritori colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 e agli studentifuori sede dell'Universita' dell'Aquila. Si tratta diun'ulteriore iniziativa della Cisl che, fin dal primo momentodell'emergenza, ha riorganizzato i suoi servizi in funzionedelle esigenze della citta' e degli aquilani. Con questo nuovoprogetto, che sara' operativo nel giro di qualche giorno,intendiamo fornire assistenza agli inquilini e, soprattutto,agli studenti universitari fuori sede, che si scontrano con lacarenza di alloggi disponibili e con un aumento delle tariffedi affitto, che in alcuni casi si sono raddoppiate". Losportello si occupera', in particolare, dell'accreditamentopresso gli enti, provincia e comune, e i gestori dell'ediliziapubblica, della definizione delle modalita' di rapporto con leautorita' e le istituzioni, del supporto alle famiglie chevivono un disagio abitativo, di dare risposte concrete alladomanda abitativa, tramite la concertazione normativa, dellastipula di accordi territoriali sui contratti di affitto con iprivati, della promozione, in sinergia con la Regione, di leggi"ad hoc" sulla locazione pubblica e dell'attuazione dellanormativa nazionale, regionale, provinciale e comunale delpost-terremoto in materia abitativa. "Uno dei principifondanti", sottolinea Giorgi, "sara' il monitoraggio dei prezzidi affitto e la verifica dei bandi, delle graduatorie e dellemodalita' delle assegnazioni delle abitazioni". (AGI)Com/Ett