TERREMOTO: IL 28 PRESENTAZIONE VOLUME SUL SISMA A L'AQUILA

(AGI) - L'Aquila, 21 gen. - Sara' presentato giovedi'prossimo,28 gennaio alle ore 11,00,presso la sala riunioni delConsiglio regionale a L'Aquila il libro 'Io spero che nonfaccia piu' il terremoto'. Si tratta di un libro che raccontasoprattutto con le voci dei bambini il terremoto che il 6aprile scorso ha colpito l'Aquila e i paesi vicini, ma anche ilgrande contributo di solidarieta' che la Protezione civiledell'Emilia-Romagna ha portato alle popolazioni in difficolta'.A partire dall'esperienza de il "Campus per l'Abruzzo",l'iniziativa della Scuola Calcio Centese di Cento, in provinciadi Ferrara che, assieme alla Protezione

(AGI) - L'Aquila, 21 gen. - Sara' presentato giovedi'prossimo,28 gennaio alle ore 11,00,presso la sala riunioni delConsiglio regionale a L'Aquila il libro 'Io spero che nonfaccia piu' il terremoto'. Si tratta di un libro che raccontasoprattutto con le voci dei bambini il terremoto che il 6aprile scorso ha colpito l'Aquila e i paesi vicini, ma anche ilgrande contributo di solidarieta' che la Protezione civiledell'Emilia-Romagna ha portato alle popolazioni in difficolta'.A partire dall'esperienza de il "Campus per l'Abruzzo",l'iniziativa della Scuola Calcio Centese di Cento, in provinciadi Ferrara che, assieme alla Protezione civiledell'Emilia-Romagna e alla sezione ferrarese dell'Unicef haospitato l'estate scorsa 38 ragazzi abruzzesi per una settimanadi sport e attivita' culturali. L'iniziativa e' statapatrocinata dalla Regione, dalla Provincia di Ferrara e dalComune di Cento.Il volume, dal titolo "Io spero che non facciapiu' il terremoto" (124 pagine, Minerva Edizioni, costo 20euro) edito per iniziativa della Scuola Calcio Centese e curatodal giornalista Franco Stefani, si apre con gli interventi diVasco Errani, presidente della Regione Emilia-Romagna, e diGianni Chiodi, presidente della Regione Abruzzo. L'introduzionedi Toni Capuozzo, giornalista e vice direttore del Tg 5, aprela serie di immagini e ricordi sul sisma abruzzese rievocando,attraverso una serie di testimonianze, i giorni difficili chehanno seguito il terremoto ma anche la solidarieta' el'intervento portato dai volontari della Protezione civiledell'Emilia-Romagna alle persone in difficolta'. Una parte dirilievo del libro e' costituita da temi e disegni degli alunnidelle terze classi della scuola elementare "L. Volpicelli" diS. Demetrio ne' Vestini, che con semplicita' ed immediatezzapermettono di far comprendere al lettore sia la drammaticita'dei giorni vissuti a causa del sisma, sia i desideri per unpronto ritorno ad una vita piu' serena. Importanti poi letestimonianze di Massimo Cialente, sindaco dell'Aquila,Pierluigi Biondi, sindaco di Villa S.Angelo, e Giovanni DiBerardinangelo, sindaco di S. Eusanio Forconese: nel territoriodi questi tre comuni dopo il terremoto sono stati allestiti icampi gestiti dalla Protezione civile dell'Emilia-Romagna.Assai significative, infine, altre testimonianze: di volontari,di un tecnico della ricostruzione, di genitori di Cento edell'Abruzzo, del giornalista e conduttore televisivo IvanZazzaroni, che ha partecipato all'iniziativa di Cento."L'esperienza compiuta con il nostro Campus - dice MarcoAmelio, presidente della Scuola Calcio Centese - ci ha spinto arealizzare questo libro finalizzato a tener viva la memoria nonsolo della tragedia del terremoto, ma soprattutto pertestimoniare cosa si puo' fare per contribuire a restituire unavita normale in particolar modo ai bambini".Parte del ricavatodella vendita del libro sara' destinato tramite il contocorrente 98060114, causale "Pro-Abruzzo"- intestato all'Agenziadi protezione civile Regione emilia - romagna - pro abruzzo -alla realizzazione di una nuova centrale operativa del 118 e diun poliambulatorio medico di base all'Aquila. (AGI)Com/Ett