TERREMOTO: BERTOLASO, RINVIO PASSAGGIO CONSEGNE PER NON DARE ALIBI

(AGI) - L'Aquila, 24 dic. - "Non vogliamo dare alibi a nessuno,ma nello stesso tempo ci vogliamo assumere tutte leresponsabilita' del lavoro che e' stato fatto e di quello chevogliamo consegnare a chi dovra' subentrare". Lo ha detto ilCapo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, intervenendo,stamane, alla trasmissione "Radio anch'io", sulle problematichedel terremoto dell'Aquila, spiegando la ragione del rinvio alprimo di febbrario del passaggio delle consegne con il nuovocommissario per la ricostruzione, il Presidente della RegioneAbruzzo, Gianni Chiodi. "Abbiamo chiesto di rimanere all'Aquila - ha spiegatoBertolaso - anche per il mese

(AGI) - L'Aquila, 24 dic. - "Non vogliamo dare alibi a nessuno,ma nello stesso tempo ci vogliamo assumere tutte leresponsabilita' del lavoro che e' stato fatto e di quello chevogliamo consegnare a chi dovra' subentrare". Lo ha detto ilCapo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, intervenendo,stamane, alla trasmissione "Radio anch'io", sulle problematichedel terremoto dell'Aquila, spiegando la ragione del rinvio alprimo di febbrario del passaggio delle consegne con il nuovocommissario per la ricostruzione, il Presidente della RegioneAbruzzo, Gianni Chiodi. "Abbiamo chiesto di rimanere all'Aquila - ha spiegatoBertolaso - anche per il mese di gennaio per garantire ancorapiu' morbido e piu' tranquillo. Abbiamo dato tutto noi stessiin questi otto mesi e mezzo non e' certo una differenza ditrenta giorni che puo' creare problemi a quelli che sono i mieipiani e le mie programmazioni: sono davvero al servizio delPaese e soprattutto di questa comunita'. Non ho avuto alcunproblema - ha detto ancora Bertolaso - a darmi disponibile perproseguire fino alla fine di gennaio cosi' potremo garantire ilpassaggio sia al commissario per la ricostruzione, GianniChiodi, sia al sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente , chediventera' un vicecommissario vicario con pieni poteri perintervenire su tutto quello che si deve fare nel centrostorico, ma anche nella citta' dell'Aquila. Ritengo che sia unagiusta e intelligente soluzione per consentirci questopassaggio che altrimenti avrebbe potuto creare qualche problemae sicuramente avrebbe potuto anche indurre qualcuno a dire 'non ce la facciamo, il passaggio e' stato fatto tropporapidamente o troppo tardi' ".(AGI) Plt