TERREMOTO: ARCO CONSUMATORI PROPONE NUOVE VIE PER RICOSTRUZIONE

(AGI) - L'Aquila, 17 dic. - Una serie di strategie per larinascita e lo sviluppo economico e sociale dell'Aquila e delsuo hinterland. Sono quelle avanzate oggi dal presidentedell'Arco Consumatori regionale, Franco Venni. "Il terremoto - ha detto Venni - ha semidistrutto l'Aquilae messo in ginocchio la sua economia, le relazioni sociali,disperse fra le tende, e soprattutto la sua idea di futuro.Questa tragedia potrebbe tuttavia essere trasformata in unagrande opportunita' se, disincentivando ogni atteggiamentorinunciatario o semplicemente conservatore, che punti al soloripristino della situazione preterremoto, o ad una gigantescaspeculazione immobiliare che s'impossessi

(AGI) - L'Aquila, 17 dic. - Una serie di strategie per larinascita e lo sviluppo economico e sociale dell'Aquila e delsuo hinterland. Sono quelle avanzate oggi dal presidentedell'Arco Consumatori regionale, Franco Venni. "Il terremoto - ha detto Venni - ha semidistrutto l'Aquilae messo in ginocchio la sua economia, le relazioni sociali,disperse fra le tende, e soprattutto la sua idea di futuro.Questa tragedia potrebbe tuttavia essere trasformata in unagrande opportunita' se, disincentivando ogni atteggiamentorinunciatario o semplicemente conservatore, che punti al soloripristino della situazione preterremoto, o ad una gigantescaspeculazione immobiliare che s'impossessi a prezzo stracciato,dei terreni sotto le macerie, si riuscisse a indicare una nuovae diversa strategia di ricostruzione e sviluppo della citta',rispetto a quella praticata, con scarso successo, negli ultimidecenni". Per Venni occorre indicare nuove vie per una ricostruzione,non solo dei luoghi, ma anche di nuovi legami sociali e dinuove professionalita', che stimolino l'occupazione einterrompano l'esodo gia' in corso verso altri territori. E'necessario per il responsabile regionale Arco Consumatorimettere in sinergia iniziative di breve, medio e lungo periodoche, fin da adesso prefigurino nuove aree di espansioneeconomica della citta', mantenendo un legame stretto fra loroed il vecchio centro storico. Tra i punti evidenziati dall'Arco Consumatori, lapossibilita' di insediamento di una delle agenzie dell'Onu peri rifugiati e un campus universitario, un museo dedicato allacultura di Federico II e il mondo arabo in un percorsolaico-religioso che arrivi dal Castello all'Abbazia diCollemaggio, animato da piccole botteghe artigiane ecommerciali fortemente orientate alla produzione della"gadgettistica" e al commercio turistico. L'Aquila, secondoVenni, potrebbe essere un polo guida universitariospecializzato nella individuazione e sperimentazione diprocedure tecnologiche e materiali idonei alla prevenzione eall'mergenza sismica, stimolando l'insediamento di aziende ecentri di ricerca privati. Per l'Arco Consumatori in citta'potrebbe nascere anche un centro del restauro del patrimonioimmobiliare artistico e di un centro di ricerca e produzionelegate al risparmio energetico.(AGI)cli/Plt