TAR L'AQUILA: PER RICORSI SUL TERREMOTO PROCEDURE ACCELERATE

AGI) - L'Aquila, 13 feb. - Il Tar dell'Aquila definira' nelgiro di tre o quattro mesi ogni ricorso riguardante questionisulla ricostruzione dell'Aquila e delle zone terremotate. Lo haannunciato stamane il Presidente del Tar Abruzzo, CesareMastrocola, nel corso della cerimonia di apertura dell'annogiudiziario amministrativo. "E' un formale impegno - ha sottolineato il Presidente deltar - che assumo anche a nome dei magistrati e del personale disegreteria, nella speranza di poter contribuire in tal modo,sia pure per una piccola parte, alla piu' immediata rinascitaanche socio-economica di un territorio cosi' duramentecolpito". Nel 2009

AGI) - L'Aquila, 13 feb. - Il Tar dell'Aquila definira' nelgiro di tre o quattro mesi ogni ricorso riguardante questionisulla ricostruzione dell'Aquila e delle zone terremotate. Lo haannunciato stamane il Presidente del Tar Abruzzo, CesareMastrocola, nel corso della cerimonia di apertura dell'annogiudiziario amministrativo. "E' un formale impegno - ha sottolineato il Presidente deltar - che assumo anche a nome dei magistrati e del personale disegreteria, nella speranza di poter contribuire in tal modo,sia pure per una piccola parte, alla piu' immediata rinascitaanche socio-economica di un territorio cosi' duramentecolpito". Nel 2009 il Tar ha ricevuto 572 ricorsi, ne ha definiti 631mentre i ricorsi pendenti sono diminuiti ulteriormente rispettoall'anno precedente, confermando e consolidando un trendpositivo che negli ultimi anni non ha avuto nessuna inversionedi tendenza. Nel 2009 il Tar ha adottato 347 pronunziecautelari, per un totale di 978 provvedimenti decisori. "Sonodati degni di apprezzamento - ha detto Mastrocola - cheassumono il carattere della straordinarieta' solo se si pensache sono stati conseguiti in un anno particolare, in cui latragedia che ha colpito il territorio dell'Aquilano hastravolto, purtroppo centinaia di casi in manierairreversibile, la vita quotidiana, la vita lavorativa, la vitadi relazioni sociali dei cittadini, con conseguenze di ordinesocio-economico ancora tutte da individuare". Per il Presidente del Tar Abruzzo, "i magistrati ed ilpersonale di segreteria da solo non e' sufficiente ad eliminarela pendenza in tempi ragionevoli". "Al riguardo - ha spiegato -non posso non sottolineare che gli organi cui e' demandata lascelta della ripartizione delle risorse pubbliche continuano adimostrare poca sensibilita' nei confronti della giustiziaamministrativa e tutto sommato della giustizia in genere,negando una piu' cospicua provvista di strumenti umani emateriali". Concludendo la lettura della relazione, il PresidenteMastrocola ha sottolineato: "malgrado l'arretrato, malgradol'inadeguatezza dei mezzi, malgrado il terremoto, malgradotutto, il tar dell'Aquila ha dimostrato di saper reggere ilpasso tenendo fede al proprio consolidato impegnocostituzionale". "Questo Tribunale - ha concluso - ha avuto ilmerito di saper fare squadra integrando le varie forma divocazione, di preparazione, di esperienza, di spirito diiniziativa e tutto cio'; ha contribuito ad ottenere convincentirisultati che in primo luogo, ed e' la cosa piu' importante,sono stati apprezzati dai cittadini, che continuano arivolgersi al giudice amministrativo con grande fiducia".(AGI)cli/Plt