Scuola: Costa, e' il futuro e la prospettiva del Paese

(AGI) - Chieti, 22 sett - "E' fondamentale cercare di mantenere il punto sull'ad...

(AGI) - Chieti, 22 sett - "E' fondamentale cercare di mantenere il punto sull'adeguamento delle scuole italiane. La scuola rappresenta il futuro e la prospettiva del Paese". Lo ha affermato questa mattina a Chieti il ministro per gli affari regionali e le autonomie del Governo con delega alla famiglia, Enrico Costa, in occasione dell'inaugurazione della scuola dell'infanzia Tricalle, recentemente oggetto di lavori di ristrutturazione e adeguamento alle norme antisismiche. "Ho un'attenzione particolare a molte tematiche tra le quali ritengo essenziale quella di consentire a coloro che vogliono diventare genitori di rimuovere ogni ostacolo dal punto di vista economico, dei servizi e della conciliazione della vita lavorativa con quella familiare perche' questa prospettiva possa essere realizzata. Ci sono tanti supporti economici che si possono dare - ha aggiunto il ministro -. E' necessario avere una politica organica che si faccia carico delle coppie che hanno figli per far sentire loro uno Stato vicino. Ho delle idee per la legge di stabilita' che sono di supporto alla famiglia, all'educazione dei figli dal punto di vista economico. Sono convinto che si debba dare un supporto economico, ad esempio un premio alla nascita che chiamerei 'mamma domani' per le future mamme. Penso anche a delle risorse per l'accesso agli asili nido. Oggi abbiamo una percentuale di bimbi da 0 a 3 anni troppo limitata rispetto alla totalita': siamo intorno al 21%. Dovremmo superare questa soglia. Per questo lo Stato deve essere vicino alle famiglie. La mia proposta e' un voucher non inferiore ai mille euro per supportare le famiglie che devono mandare i bimbi agli asili nido. Ci sono poi tante misure per la crescita, per la conciliazione della vita lavorativa e familiare che devono far parte di una politica complessa. Non possiamo andare avanti a misure spot ma sono necessarie misure stabili. Anche il bonus bebe' che oggi e' una misura transitoria deve diventare stabile". (AGI)
Ch1/Ett