Sanita':De Filippo, cure primarie su territorio e' strategia

(AGI) - Pescara, 10 ott. - "Abbiamo fatto un Patto per laSalute che e' stato molto condiviso dai medici di base. Lacostruzione di un sistema organizzato di cure primarie sulterritorio e' alla base di una strategia nazionale ampiamentecondivisa". Cosi' il sottosegretario alla Salute, Vito DeFilippo, a margine del convegno "Il ruolo delle cure primarieper un servizio sanitario di qualita' equo e sostenibile",organizzato dal Pd a Pescara. "C'e' un dibattito su altrifronti - ha proseguito - con i medici di medicina generale apartire dalla nuova convenzione che sara' fondamentale perche'questo lavoro

(AGI) - Pescara, 10 ott. - "Abbiamo fatto un Patto per laSalute che e' stato molto condiviso dai medici di base. Lacostruzione di un sistema organizzato di cure primarie sulterritorio e' alla base di una strategia nazionale ampiamentecondivisa". Cosi' il sottosegretario alla Salute, Vito DeFilippo, a margine del convegno "Il ruolo delle cure primarieper un servizio sanitario di qualita' equo e sostenibile",organizzato dal Pd a Pescara. "C'e' un dibattito su altrifronti - ha proseguito - con i medici di medicina generale apartire dalla nuova convenzione che sara' fondamentale perche'questo lavoro sul territorio si possa implementare in manierapiu' efficace. Stiamo facendo anche questo con grande lena edeterminazione, speriamo che il 2016 sia l'anno dei nuovicontratti e della nuova convenzione". Rispondendo poi aicronisti sui disagi relativi alla rottura del macchinario perla radioterapia all'ospedale di Pescara, ha detto "l'Italia sie' dotata di un regolamento sulla riorganizzazione finalmentestandardizzata della rete ospedaliera che dovrebbecorrispondere sempre a requisiti di efficienza e anche abisogni crescenti. In genere - ha proseguito - i sistemisanitari che hanno una buona organizzazione della reteospedaliera sanno rispondere anche in maniera relativamentepiu' veloce a emergenze e bisogni. Ci sono fenomeni di cattivasanita', purtroppo, con i quali facciamo i contiquotidianamente e questo dipende molto dalla organizzazione delsistema, dal risk management e anche dalla responsabilita' chei medici saranno sempre garantire nei nostri sistemi sanitari".(AGI)Pe2/Bru