Ricostruzione: D'Alfonso, riportiamo vera vita in piazza Duomo

(AGI) - L'Auila, 21 lug. - "Vogliamo imprimere un segnosignificativo in corrispondenza di uno dei luoghi simbolo dellacitta', piazza Duomo. Stiamo concordando con il sindaco MassimoCialente come ripristinare la magia di questa area in modo chequi ricominci a vivere lo spirito della comunita' aquilana". Loha detto il Presidente della Regione, Luciano D'Alfonso,durante il sopralluogo di questa mattina in pieno centrostorico tra la piazza, simbolo del capoluogo di regione e ilparco del Castello cinquecentesco, autentico polmone verde. Unapasseggiata nel cuore della citta' antica con uno dei massimiesponenti dell'architettura internazionale. Al sopralluogo

(AGI) - L'Auila, 21 lug. - "Vogliamo imprimere un segnosignificativo in corrispondenza di uno dei luoghi simbolo dellacitta', piazza Duomo. Stiamo concordando con il sindaco MassimoCialente come ripristinare la magia di questa area in modo chequi ricominci a vivere lo spirito della comunita' aquilana". Loha detto il Presidente della Regione, Luciano D'Alfonso,durante il sopralluogo di questa mattina in pieno centrostorico tra la piazza, simbolo del capoluogo di regione e ilparco del Castello cinquecentesco, autentico polmone verde. Unapasseggiata nel cuore della citta' antica con uno dei massimiesponenti dell'architettura internazionale. Al sopralluogoerano presenti il sottosegretario di Stato Giovanni Legnini, ilvice presidente Giovanni Lolli , il Presidente del consiglioregionale Giuseppe Di Pangrazio, i consiglieri Pietrucci e DiNicola, il sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, dirigentiregionali e amministratori comunali. "Abbiamo accolto la venutadel maestro Fuksas con grande calore e interesse - ha aggiuntoD'Alfonso - Da questa visita arriva un contributo importante.C'e' un grande cantiere qui all'Aquila che deve impegnare ancheil sistema Regione. Abbiamo bisogno di consigli, punti di vistae valutazioni tecniche per ridare dignita' al centro storico.Di qui la presenza oggi di un architetto di grande fama comeFuksas, in una citta' d'arte ferita ma ricca di storia e dicultura, proprio per far tornare a vivere ogni minuto dellavita aquilana". Dunque, il momento pone questioni ricostruttivesu scala diversa, che variano dalla ricomposizione strutturalee tecnica, alla esiguita' dei fondi a disposizione, dalrecupero della continuita' della vita quotidiana, alla merariconoscibilita' dell'identita' urbana. Sottolineatal'importanza della conservazione dell'identita' costruttiva epaesaggistica e di provvedere - come ha insistito Fuksas - aripristinare ordine, verde negli spazi pubblici, aree parcheggima, soprattutto, la capacita' dei suoi abitanti di guardare alfuturo riportando vita nel tessuto sociale. (AGI)