Protezione civile: esercitazione Anpas nel Chietino

(AGI) - Fara San Martino (Chieti), 2 ott. - Domani, il 4 e il 5ottobre Fara San Martino si tingera' di arancione.Duecentocinquanta volontari provenienti da tutta la Regioneabruzzese parteciperanno alla seconda esercitazione diprotezione civile e soccorso sanitario organizzata dal comitatoregionale di Anpas Abruzzo, l'Associazione nazionale pubblicheassistenze. A pochi mesi da "Briganti del Soccorso", tenutasi aPadula di Cortino (Teramo) nel mese di maggio, e' la volta diFarAnpas2014 (dal nome della location scelta dagliorganizzatori). I volontari Anpas si ritroveranno per mettersidi nuovo in gioco, migliorarsi, approfondire le conoscenze inmateria di soccorso,

(AGI) - Fara San Martino (Chieti), 2 ott. - Domani, il 4 e il 5ottobre Fara San Martino si tingera' di arancione.Duecentocinquanta volontari provenienti da tutta la Regioneabruzzese parteciperanno alla seconda esercitazione diprotezione civile e soccorso sanitario organizzata dal comitatoregionale di Anpas Abruzzo, l'Associazione nazionale pubblicheassistenze. A pochi mesi da "Briganti del Soccorso", tenutasi aPadula di Cortino (Teramo) nel mese di maggio, e' la volta diFarAnpas2014 (dal nome della location scelta dagliorganizzatori). I volontari Anpas si ritroveranno per mettersidi nuovo in gioco, migliorarsi, approfondire le conoscenze inmateria di soccorso, acquisirne di nuove ed essere pronti incaso di evenienza. Dal Parco nazionale del Gran Sasso e Montidella Laga al Parco nazionale della Majella, anche questa voltaad essere simulato sara' un evento sismico che dara' vita anumerosi scenari piu' o meno complessi che si svolgerannodurante tutto l'arco della giornata di sabato. Il campo base,con annesso Posto Medico Avanzato e cucina concessa da AnpasNazionale, verra' allestito all'interno del complesso sportivodi Fara San Martino. I volontari si cimenteranno in tecniche disoccorso sanitario (standard e/o ci circostanza), interventi dianti incendio boschivo, ricerca e recupero dispersi ancheattraverso tecniche speleo-alpino fluviale, evacuazione diluoghi pubblici e tanto altro. A rendere il tutto il piu'veritiero possibile, il ricorso ad auto incidentate, fumogeni,figuranti ed una squadra di abili truccatori che trasformerannole cavie in perfette vittime. Le attivita' operative legatestrettamente agli scenari saranno, inoltre, affiancate damomenti di formazione teorica all'interno del campo base dove ivolontari potranno scegliere tra corsi di tecniche didisostruzione e cenni di rianimazione cardio-polmonarepediatrica, gestione della sicurezza negli scenari diintervento di protezione civile e psicologia dell'emergenza.Infine, ma non meno importante, l'associazione segnala lapartecipazione all'esercitazione dell'Universita' degli Studidi Chieti-Pescara, che mettera' a disposizione droni cheeffettueranno i sopralluoghi preventivi degli scenari colpitidal finto terremoto, dell'Ordine dei Geologi d'Abruzzo edell'A.Ge.Pro (Associazione Nazionale Geometri Volontari per laProtezione Civile). (AGI)Ett