Prostituzione: a Montesilvano fissata sanzione 310euro

(AGI) - Pescara 15 dic.- Ammonta a 310 euro la sanzione dapagare per la violazione dell'ordinanza sindacale relativa allemisure di contrasto e prevenzione del fenomeno dellaprostituzione. E' quanto deliberato dalla giunta del Comune diMontesilvano. L'ordinanza, firmata dal sindaco lo scorso 3dicembre, impone il divieto assoluto su tutto il territoriocomunale, per tutti i conducenti e occupanti di mezzi ditrasporto che percorrono strade in prossimita' di abitazioni,luoghi pubblici o demaniali o aperti al pubblico, dicontrattare, concordare o anche solo di chiedere informazioni apersone dedite all'offerta di prestazioni sessuali o inatteggiamenti comportamentali

(AGI) - Pescara 15 dic.- Ammonta a 310 euro la sanzione dapagare per la violazione dell'ordinanza sindacale relativa allemisure di contrasto e prevenzione del fenomeno dellaprostituzione. E' quanto deliberato dalla giunta del Comune diMontesilvano. L'ordinanza, firmata dal sindaco lo scorso 3dicembre, impone il divieto assoluto su tutto il territoriocomunale, per tutti i conducenti e occupanti di mezzi ditrasporto che percorrono strade in prossimita' di abitazioni,luoghi pubblici o demaniali o aperti al pubblico, dicontrattare, concordare o anche solo di chiedere informazioni apersone dedite all'offerta di prestazioni sessuali o inatteggiamenti comportamentali che manifestino l'intenzione.L'ordinanza si intende violata anche semplicemente fermando ilmezzo in prossimita' dei soggetti o consentendo ad uno o piu'di loro di salire o di scendere dal mezzo stesso. "Ci auguriamoche la somma stabilita per la sanzione - commenta in una notail primo cittadino Francesco Maragno - possa rendere piu'efficace il provvedimento emesso per scoraggiare comportamentiche in qualche modo favoriscano la prostituzione. Combatterequesto fenomeno significa favorire la sicurezza del territorio,ridare un decoro all'immagine di Montesilvano che ad oggi,purtroppo e' danneggiata dalla prostituzione e tentare direstituire in qualche modo la dignita' a queste donne ridottein schiavitu'". E' proprio su quest'ultimo punto che si staconcentrando l'attenzione dell'amministrazione Maragno, che intempi brevissimi conta di arrivare alla sottoscrizione di unprotocollo d'intesa con la Comunita' Papa Giovanni XXIII cheaiuta le vittime del racket della prostituzione. (AGI)