Parco Marino Cerrano, Tancredi interroga ministro su nomine cda

(AGI) - Teramo, 24 set. - L'on. Paolo Tancredi (NCD - AP) hapresentato un'interrogazione al ministro dell'Ambiente perverificare quanto sta accadendo nel Parco Marino del Cerrano.In particolare, Tancredi chiede di conoscere se il ministro siaa conoscenza e, quindi, se sia intervenuto per evitare che lenomine del rinnovando cda siano effettuate irregolarmente. "Amio avviso - afferma l'onorevole Tancredi - potra' procedersialle nomine della nuova compagine consiliare solo a seguitodella modifica dello Statuto, concepito sulla base di un numerodiverso di componenti, ovvero nove, a fronte dei cinqueprevisti, ad oggi, dalla legislazione vigente".

(AGI) - Teramo, 24 set. - L'on. Paolo Tancredi (NCD - AP) hapresentato un'interrogazione al ministro dell'Ambiente perverificare quanto sta accadendo nel Parco Marino del Cerrano.In particolare, Tancredi chiede di conoscere se il ministro siaa conoscenza e, quindi, se sia intervenuto per evitare che lenomine del rinnovando cda siano effettuate irregolarmente. "Amio avviso - afferma l'onorevole Tancredi - potra' procedersialle nomine della nuova compagine consiliare solo a seguitodella modifica dello Statuto, concepito sulla base di un numerodiverso di componenti, ovvero nove, a fronte dei cinqueprevisti, ad oggi, dalla legislazione vigente". Se non sidovesse procedere in tal senso, il Comune di Pineto, detentoredella maggioranza relativa delle quote (45%), non potrebbenominare alcun componente di propria emanazione, con cio'determinando una palese irrazionalita' del sistema di elezionee, dunque, una illegittimita' delle procedure. Ulteriore epalese irregolarita' si riscontra, inoltre - secondo Tancredi -nei bandi pubblicati che, contrariamente a quanto previstodalla legge, non richiedono in capo ai candidati il requisitodella specifica esperienza nel campo delle attivita'ambientali. Tutto cio' - rileva il parlamentare - nel contestodi un Parco Marino caratterizzato da gestione virtuosa edefficiente, balzato agli onori della cronaca per aver ottenuto,prima area marina protetta in Europa, la Carta Europea delTurismo Sostenibile (CETS), un ambito riconoscimento che siaggiunge a quello del Ministero dell'Ambiente che l'ha premiataper efficienza gestionale, collocandola al secondo postoassoluto nella classifica delle 32 aree protette. "Il Parco delCerrano - conclude l'on.le Tancredi - ha tutte le carte inregola per rappresentare, anche a livello europeo, il modellodi Parco 'sostenibile' ed efficiente che tutela, promuove evalorizza il territorio, coinvolgendo tutti gli attori che inesso operano. Non disperdere e vanificare il lavoro finorasvolto rappresenta un dovere per tutti gli amministratori e perchi, nelle istituzioni, rappresenta il territorio". (AGI)Red/Ett