Pannella: Rettore, laurea honoris causa "atto dovuto"

(AGI) - Teramo, 20 feb. - "Un atto dovuto". Cosi' il rettoredell'Universita' di Teramo, Luciano D'Amico, ha commentato ilconferimento della laurea honoris causa in Comunicazione aMarco Pannella, per "le sue straordinarie innovazioniintrodotte nel linguaggio politico e comunicativo". "MarcoPannella - ha detto nel suo intervento il rettore - haintrodotto delle straordinarie innovazioni nel linguaggiopolitico e ha consentito alla comunicazione politica dicambiare per sempre il modo di comunicare e cambiandolo haconsentito in modo significativo anche il cambiamento dellapolitica, delle istituzioni, in qualche modo del Paese. Noisiamo solo onorati di poter conferire

(AGI) - Teramo, 20 feb. - "Un atto dovuto". Cosi' il rettoredell'Universita' di Teramo, Luciano D'Amico, ha commentato ilconferimento della laurea honoris causa in Comunicazione aMarco Pannella, per "le sue straordinarie innovazioniintrodotte nel linguaggio politico e comunicativo". "MarcoPannella - ha detto nel suo intervento il rettore - haintrodotto delle straordinarie innovazioni nel linguaggiopolitico e ha consentito alla comunicazione politica dicambiare per sempre il modo di comunicare e cambiandolo haconsentito in modo significativo anche il cambiamento dellapolitica, delle istituzioni, in qualche modo del Paese. Noisiamo solo onorati di poter conferire a Marco Pannella, nostroconterraneo, la laurea magistrale honoris causa. Un attofortemente voluto dall'Universita', dalla Facolta' dal Senatoaccademico e che ha poi trovato nell'immediata adesione daparte del ministro Giannini la conferma di quanto sia volutoquesto conferimento. E' un atto dovuto - ha proseguito D'Amico- perche' Pannella oltre che innovare nella comunicazione hacondotto e conduce ancora delle battaglie civili, anzi mipermetterei di definirle di civilta', che hanno profondamentemodificato il modo di sentirci cittadini di questo Paese. Noivogliamo indicare ai nostri studenti quel rigore etico, quellacapacita' di decisione e quella capacita' di donarsi con unasimile generosita' nelle battaglie di civilta' che MarcoPannella continua a condurre. Un esempio di impegno civile.Marco Pannella - ha quindi proseguito il rettore - ha fattograndi cose: mi piace ricordare come con la determinazione chegli e' propria sia riuscito, a volte anche impietosamente, adistruggere tutto cio' che creava ostacolo verso l'evoluzionedei diritti. E questa capacita' di distruggere per costruirevogliamo trasmetterla ai nostri studenti auspicando che tuttipossano raccogliere con la stessa energia, con la stessadeterminazione questa sua capacita' che e' riuscita a far faregrandi passi avanti alla nostra comunita'. Per questo - haconcluso D'Amico rivolgendosi al leader radicale - siamo lietidi conferirti la laurea e cio' oggi ci consente di potertiannoverare tra i laureati di questa Universita'". (AGI)Sara' aperta al pubblico e in diretta streaming sul sitowww.unite.it la solenne cerimonia di consegna che si terra'venerdi' 20 febbraio, alle ore 10.30 nell'Aula Magnadell'Universita' di Teramo, nel Campus di Coste Sant'Agostino.Sara' il rettore Luciano D'Amico ad aprire la cerimoniaricordando le fasi che hanno portato l'Ateneo a conferirel'alto riconoscimento all'uomo politico italiano . A seguire ilpreside della Facolta' di scienze della comunicazione StefanoTraini terra' la laudatio del laureando Marco Pannella che,dopo aver ricevuto la pergamena di laurea dalle mani delrettore, terra' la sua lezione dottorale. Seguiranno gliinterventi dell'abruzzese Gianni Letta, del presidente dellaRegione Abruzzo Luciano D'Alfonso e dello storico dell'ateneoFrancesco Benigno che tracceranno un profilo di Pannellarispettivamente sotto il punto di vista istituzionale, politicoe storico. Per l'Universita' di Teramo si tratta del quartoconferimento di una Laurea honoris causa dopo quella inEditoria, comunicazione multimediale e giornalismo a LucianoLigabue nel 2004 e quelle in Biotecnologie della riproduzioneall'oncologo Leonardo Santi e in Medicina veterinaria alneuropatologo Adriano Aguzzi, entrambe nel 2005. (AGI) Ett Ett