Orsi: Lav, Procura contesti a indagato altri reati

(AGI) - L'Aquila, 19 set. - La Lav esprime in una notasoddisfazione per le indagini condotte dal Corpo Forestaledello Stato che in Abruzzo ha individuato un indagato perl'efferata uccisione dell'orso avvenuta venerdi' scorso. La Lav chiede che la Procura della Repubblica di Sulmonacontesti all'uccisore dell'orso non solo il reato dianimalicidio (articolo 544 bis del Codice penale), che prevedefino a due anni di reclusione, ma anche il furto venatorio(articoli 624 e 625 comma 7) e la distruzione di specieprotetta (articolo 727 bis). Cio' - sostiene l'associazione -e' fondamentale per migliorare la gia'

(AGI) - L'Aquila, 19 set. - La Lav esprime in una notasoddisfazione per le indagini condotte dal Corpo Forestaledello Stato che in Abruzzo ha individuato un indagato perl'efferata uccisione dell'orso avvenuta venerdi' scorso. La Lav chiede che la Procura della Repubblica di Sulmonacontesti all'uccisore dell'orso non solo il reato dianimalicidio (articolo 544 bis del Codice penale), che prevedefino a due anni di reclusione, ma anche il furto venatorio(articoli 624 e 625 comma 7) e la distruzione di specieprotetta (articolo 727 bis). Cio' - sostiene l'associazione -e' fondamentale per migliorare la gia' positiva indagine delCorpo Forestale dello Stato, dato che si tratta di reati controtutti e contro lo Stato e visto che l'orso e' una specieparticolarmente protetta, anche a livello internazionale. La Lav chiede al Prefetto dell'Aquila di revocareimmediatamente la licenza di caccia e il porto d'armiall'indagato. Governo e Parlamento integrino la Legge 189 del2004 prevedendo l'applicazione delle misure cautelari personalifondamentali per chi si macchia di tali delitti al fine di nonfarli reiterare e attivando intercettazioni e il mandato diarresto europeo per crimini sovranazionali. Bisogna dotare diadeguati strumenti investigativi le Forze di Polizia, diceinfine la Lav.