Omicidio Pavone: fissato al 25 novembre l'incidente probatorio

(AGI) ? Pescara, 21. - Il gip del Tribunale di Pescara, MariaMichela Di Fine, ha accolto la richiesta del pm, Anna RitaMantini, di incidente probatorio per fugare ogni dubbio sullamorte di Carlo Pavone, l'ingegnere informatico di 43 annideceduto nei giorni scorsi in ospedale, a Pescara, dopo un annodi coma, essendo stato colpito da un proiettile che lo haraggiunto alla testa. L'udienza si terra' al Tribunale diPescara il 25 gennaio alle 17. In quell'occasione il gipaffidera' al prof. Vittorio Fineschi, medico legale, e al prof.Massimo Sottini, neurologo, entrambi dell'Universita' LaSapienza di

(AGI) ? Pescara, 21. - Il gip del Tribunale di Pescara, MariaMichela Di Fine, ha accolto la richiesta del pm, Anna RitaMantini, di incidente probatorio per fugare ogni dubbio sullamorte di Carlo Pavone, l'ingegnere informatico di 43 annideceduto nei giorni scorsi in ospedale, a Pescara, dopo un annodi coma, essendo stato colpito da un proiettile che lo haraggiunto alla testa. L'udienza si terra' al Tribunale diPescara il 25 gennaio alle 17. In quell'occasione il gipaffidera' al prof. Vittorio Fineschi, medico legale, e al prof.Massimo Sottini, neurologo, entrambi dell'Universita' LaSapienza di Roma, l'incarico di eseguire l'autopsia sul corpodell'ingegnere informatico e sara' stabilita la data dell'esameautoptico in regime di incidente probatorio. Il 25 novembrehanno la possibilita' di nominare un perito anche le varieparti e cioe' la moglie della vittima; il fratello, la sorellae i genitori di Pavone; e Vincenzo Gagliardi, l'uomo accusatodell'agguato all'ingegnere. L'episodio risale al 30 ottobre2013. Secondo l'accusa Gagliardi, che in passato ha lavoratocon la moglie di Pavone e con la quale aveva una relazionesentimentale di cui Pavone era a conoscenza, avrebbe atteso lavittima sotto casa e gli avrebbe sparato.(AGI)Pe2/Bru