Neurochirurgia: ad Avezzano sospensione temporanea

(AGI) - Avezzano (L'Aquila), 4 lug. - "La carenza di personale medico di neuroch...

(AGI) - Avezzano (L'Aquila), 4 lug. - "La carenza di personale medico di neurochirurgia, sia ad Avezzano sia all'Aquila, per un totale di 4 dirigenti medici, non permette di garantire il servizio H 24, con doppia reperibilita', contemporaneamente in entrambe le sedi, tenuto conto dell'obbligo di rispettare le recenti normative vigenti sugli orari di servizio per il personale dipendente della Asl" Lo afferma il manager della Asl Avezzano-Sulmona-L'Aquila, Rinaldo Tordera sul reparto di neurochirurgia di Avezzano. "Nelle more dell'espletamento delle procedure di assunzione di 2 neurochirurghi a tempo indeterminato e in considerazione dei relativi tempi tecnici", aggiunge Tordera, "al fine di razionalizzare le risorse disponibili e garantire nel contempo la massima sicurezza ai pazienti, e' stata temporaneamente disposta la sospensione dell'attivita' chirurgica all'ospedale di Avezzano, concentrando l'organico dei medici all'ospedale di L'Aquila". "Si tratta di un provvedimento, quindi, assunto al fine tutelare i degenti e garantire loro adeguata assistenza" "In questa fase transitoria sara' assicurata la disponibilita' di un neurochirurgo all'Aquila per qualsiasi problematica emergente relativa all'attivita' della stroke unit, nell'ambito della neurologia dell'ospedale di Avezzano". "La nostra azienda", prosegue Tordera, "tende sempre, con tutti i mezzi a disposizione, ad assicurare la migliore assistenza possibile al paziente ma non puo' ovviamente prescindere dai vincoli di legge e dall'entita' delle risorse, umane e finanziarie, disponibili. Al fine di operare in piena sinergia con le istituzioni del territorio - conclude il manager - ho sentito il sindaco di Avezzano, Giovanni Di Pangrazio, che incontrero' gia' mercoledi' prossimo per esaminare la situazione e valutarla insieme, in modo da trovare ogni eventuale, possibile margine per gestire al meglio questa fase transitoria, in attesa dell'arrivo di nuovo personale medicoQ". (AGI)
Red/Ett